Auto-manutenzione parchi

Il parco pubblico della Montagnola ora dedicato ad Olga Cattaruzza Fraschini è abbandonato a sé stesso senza manutenzione a pochi mesi dall’apertura (Settembre 2013). Questa la segnalazione fatta un paio di settimane fa da un attivista di Casale 5 Stelle sulla pagina Facebook del gruppo Parchi Casale, ripresa qualche giorno dopo da Il Cittadino come accusa diretta all’Assessore ai Lavori Pubblici Luca Peviani. Il quale ovviamente non si è lasciato sfuggire l’occasione di  rispondere “per le rime”: «Nessun problema di manutenzione, il parco è usato ed è in buone condizioni». Prato incolto, calcestre che invade il campetto polifunzionale, rete di recinzione sollevata in alcuni punti, pali reggi-rete abbandonati: queste sono le segnalazioni corredate da foto fatte dal nostro attivista, il quale con grande senso civico ha poi provveduto personalmente ad un po’ di pulizia, rimuovendo i rifiuti abbandonati sui muretti.

     

Le polemiche non servono, meglio verificare di persona se lo “stato dei luoghi” sia buono o meno: l’Assessore è il benvenuto, se vuole partecipare. Invece pare preferisca sminuire a mezzo stampa, forse per il senso di colpa che le foto gli hanno causato. Continua infatti Peviani: «Prendo nota di queste segnalazioni, ma cosa c’entrano con la manutenzione? Il campo è utilizzato e frequentato dai ragazzi e mi è sembrato bello poter avere una struttura dove i giovani possano andare a giocare. Poi se c’è inciviltà e si lasciano rifiuti in giro, non è possibile mandare gli operai comunali tutti i giorni a pulire. Il parco è inserito nel programma normale di pulizia, con lo svuotamento dei cestini due volte al giorno. Il calcestre è stato scelto anche a lato dei campi perché in caso di pioggia se avessimo lasciato terra e verde ci sarebbe stato il rischio di portare il fango all’interno dei rettangoli di gioco. In questo modo invece basta una scopata per terra. Questi non sono problemi di manutenzione, ma di pulizia. Il parco è stato pensato per essere utilizzato dai ragazzi e sono contento che così funzioni».

Eppure questo è il resoconto fedele dell’andamento del nuovo parco, che è costato la bellezza di 400.000 euro circa, a distanza di quattro mesi dall’apertura. I cestini non vengono svuotati per diversi giorni, altro che “programma normale di svuotamento due volte al giorno”. La recinzione è stata divelta in alcuni punti e bisognerebbe intervenire ora per evitare danni maggiori. Per la pulizia dei campi da gioco, una scopata ogni tanto potrebbe davvero bastare come dice l’Assessore; peccato che in quattro mesi non si sia visto nessun addetto ed i rifiuti abbondino, sparsi per tutto il parco. Infine il prato: nonostante la sua manutenzione fosse prevista nel contratto d’appalto (quindi già pagata), non è stata fatta nemmeno a lavori terminati, così la vista di un parco incolto ci accompagnerà per tutto l’inverno.

Il buon amministratore agisce come un padre di famiglia, costruisce un bel parco per i propri figli e cerca di mantenerlo nel migliore dei modi affinché possa servire anche ai figli dei figli; se poi qualche figlio provoca danni al parco, lo redarguisce e lo punisce se è il caso, ma non lascerà mai andare in rovina un bene privandolo a tutti. Davvero non si comprende come si possa sostenere che “il parco è in buone condizioni”: forse l’Assessore non si è accorto di nulla perché è capitato lì proprio il giorno seguente al passaggio di un’anima buona, armata di scopa, pinza e sacchetto, che ha provveduto spontaneamente alla sua pulizia. Ci auguriamo che chi di dovere prenda esempio.

                 

Annunci

Un pensiero su “Auto-manutenzione parchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...