Consiglio Comunale 09/07/2014

Municipio

Mercoledì 9 Luglio 2014 alle 21:00 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si terrà il Consiglio Comunale , con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Approvazione rendiconto della gestione 2013.
  2. Riconoscimento debiti fuori Bilancio.

Il M5S Casalpusterlengo sarà presente con il suo portavoce Consigliere Angelo Caccialanza. Come sempre invitiamo i Cittadini a partecipare; nei prossimi giorni troverete comunque un resoconto qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 09/07/2014 [file .pdf – 288 kb]

RESOCONTO

Presenti tutti i Consiglieri, si è cominciato con l’abituale giro di interpellanze: citiamo solo quelle rilevanti, tralasciando l’erba tagliata che svolazza a causa del vento.

Parmesani (Lega Nord): conferma del numero dei posti all’Asilo Nido; accattonaggio e sicurezza; mantenimento del punto vendita di Vittadone; gestione degli impianti sportivi di Vittadone; questione nuovo arredo urbano su Viale Cappuccini; problema sicurezza degli alloggi ALER per scarsa manutenzione; richiesta di plateatico gratuito d’inverno.
Ressegotti (LN): parere su arredo urbano di Viale Cappuccini; plateale lamentela contro il Vice-Sindaco (con tanto di ripetuti insulti) per essere stata esclusa dalla riunione con i commercianti di Zorlesco relativa alla Notte Bianca.
Scolari (Tutti per Casale): informativa in merito alla lettera del Presidente del Consiglio Renzi per richiedere finanziamenti per lavori di manutenzione da realizzare nelle scuole, visto che Casalpusterlengo non li ha ottenuti.

Risposte della Giunta: all’Asilo Nido i posti rimangono 42; sulla sicurezza è stato fatto un incontro coi responsabili; per il punto vendita di Vittadone sarà indetto un bando identico a quello andato deserto; riguardo agli impianti sportivi di Vittadone sembra che sia intervenuto un accordo con la Polisportiva Vittadone; sull’arredo urbano il Sindaco ha detto che personalmente non condivide l’intervento; il plateatico invernale è da discutere; il Vice-Sindaco non ha risposto alla Ressegotti, ravvisando nel suo intervento gli estremi per una denuncia per calunnie e offese personali; l’Assessore Scotti ha riferito che gli aiuti per le scuole dovevano essere richiesti entro il 15 Marzo scorso e sembra non sia stato fatto, comunque si sta attivando per vedere se è possibile ripresentare le situazioni critiche delle nostre scuole al fine di essere oggetto di contributi.

Noi del M5S abbiamo presentato una Mozione relativa all’istituzione di un Ufficio operativo per pronto intervento e accoglimento delle istanze dei Cittadini. Il Presidente ha ammesso la Mozione alla discussione nel prossimo Consiglio Comunale. Il nostro Consigliere Caccialanza ha comunque potuto fare una premessa alla Mozione, nella quale si invitava tutti a rileggere il Regolamento del Consiglio Comunale, laddove sono regolamentate le Interrogazioni, le Interpellanze e le Mozioni. Risulta infatti che delle semplici questioni tecniche vengano discusse in Consiglio Comunale “mascherate” da Interpellanze, con notevole perdita di tempo e riduzione dell’efficienza dello stesso. In questa direzione la Mozione da noi presentata intende garantire una risposta celere e diretta alle segnalazioni e alle lamentele dei Cittadini su questioni pratiche.

I Consiglieri di minoranza Mussida, Parmesani, Ressegotti e Calzari hanno capito fischi per fiaschi e hanno denunciato che in questo modo si ledono i diritti dell’opposizione e viene minacciata la democrazia. Siccome questa assurda accusa è stata ripresa anche da una forza politica esterna al Consiglio Comunale, la quale chissa perchè in questo periodo trova una morbosa soddisfazione nello sparare contro il M5S ad ogni occasione, riportiamo per chiarezza il testo integrale dell’intervento del nostro Consigliere, al fine di chiarire una volta per tutte le nostre intenzioni:

“Prima di entrare nel vivo delle Interrogazioni, delle Interpellanze o delle Mozioni, vorrei che venisse rimarcata la differenza tra questi strumenti, che la legge mette a disposizione dei Consiglieri per chiarire le attivitàe gli intendimenti della Giunta. Il Regolamento del Consiglio Comunale del 1994 dedica loro gli Articoli 33, 34 e 36. Chiedo se sono tuttora vigenti e se non sono state apportate modifiche: in tal caso riteniamo opportuno aggiornare il testo del Regolamento. Ci permettiamo inoltre di suggerire a tutti, sotto il Suo controllo, l’uso adeguato di questi tre azioni, per evitare che i Consigli Comunali si trasformino in un elenco infinito di interrogazioni, sicuramente rilevanti ma non strategiche e soprattutto demandabili agli Uffici comunali di competenza, al fine di ottimizzare tempi ed efficienza. Proprio in questa direzione chiediamo infine possa essere messa agli atti questa mozione del M5S.”

Non abbiamo chiesto di modificare il Regolamento, abbiamo chiesto se ci fossero state correzioni al testo (che è del 1994) nel corso degli anni, nel qual caso lo stesso sarebbe dovuto essere aggiornato. Dopodichè abbiamo espresso pacatamente il desiderio di veder applicato correttamente tale Regolamento. Non c’è alcuna volontà di limitare la voce dell’Opposizione (dove, nota a margine, siamo anche noi), ma solo quella di far lavorare al meglio il Consiglio Comunale, seguendo quanto prescritto dal relativo Regolamento.

Si è poi passati ai punti all’Ordine del Giorno (OdG), cominciando dall’approvazione del rendiconto della gestione 2013 e passando poi al riconoscimento dei debiti fuori Bilancio.

Grazie alla potenza delle elezioni e del conseguente cambo della guida politica della Città, abbiamo ascoltato il Consigliere di minoranza Mussida (ex Assessore al Bilancio) relazionare il rendiconto esaltando la sua opera, che ha portato a suo dire il Comune di Casalpusterlengo ad un risultato storico: riduzione del debito, avanzo di gestione, fondo cassa traboccante e osservanza di tutti gli indici che la Legge impone agli Enti Locali in materia di Bilancio. L’attuale Assessore al Bilancio Pagani non ha proferito parola, così come già in Commissione Bilancio, contribuendo a creare una situazione surreale.

Noi del MoVimento 5 Stelle non siamo d’accordo e il nostro Consigliere Caccialanza ha depositato agli atti il suo intervento critico, che abbiamo già riportato qui sul Blog:
https://casale5stelle.wordpress.com/2014/07/14/consuntivo-bilancio-2013/

In merito al documento più importante della Gestione amministrativa, silenzio più assoluto da parte dei Capigruppo (sia della minoranza di centrodestra che ne ha la paternità, che della maggioranza di centro-sinistra che fino a 8 mesi fa ne diceva peste e corna). Gli interventi si sono limitati a contestare la posizione sui debiti fuori Bilancio del M5S che, denunciando la facilità nell’adire alle vie legali a spese dei Cittadini, intendeva stigmatizzare le inutili spese sostenute per cause perse in partenza.

Passando alle dichiarazioni di voto si è assistito ad una veloce approvazione bipartisan, stile “larghe intese”. Solo noi del M5S abbiamo votato contro. Da segnalare però l’astensione del Consigliere di maggioranza Pennè (Tutti per Casale), forse critico sul repentino ed ingiustificato cambio di vedute del suo schieramento politico.

Si è infine tornati alla discussione delle Interpellanze e delle Mozioni presentate ad inizio seduta. Il nostro Consigliere Caccialanza ha chiesto se è normale integrare in corsa l’OdG del Consiglio Comunale. Il Presidente del Consiglio Benelli ha risposto dicendo di aver mandato una lettera il giorno precedente (8 Luglio), nella quale annunciava l’integrazione dell’OdG del Consiglio con 1 Interpellanza, 4 Mozioni e la nomina dei Rappresentanti del Consiglio nel Comitato di gestione dell’Asilo Nido. Il Consigliere M5S Caccialanza ha ribadito di avere ricevuto l’avviso di integrazione dell’OdG, ma senza alcuna traccia delle Interpellanze e delle Mozioni, precisando quindi di non avere avuto modo di trattare gli oggetti delle stesse col gruppo di attivisti del M5S; detto questo, ha ritenuto di votare contro le Mozioni presentate dalla Lega Nord in quanto gli argomenti trattati erano complessi e non riguardavano direttamente l’ambito comunale.

Interpellanza del Consigliere Mussida (NCD) sull’IMU: si è chiesta la non applicazione della mora per ritardato pagamento; l’Assessore Pagani ha risposto che i dati dei ritardatari sono di minima entità, per cui non valeva la pena di emettere un provvedimento di sanatoria; Mussida, insoddisfatto, ha controbattuto per 4 volte (da Regolamento l’Interpellanza si ribatte una volta sola per un massimo di 5 minuti).

Mozione del Consigliere Parmesani (LN) sui profughi: il Consiglio è stato chiamato ad esprimersi sulla spesa del Ministero dell’Interno a favore dei migranti; a favore 4 (centro-destra), contro 13 (centro-sinistra e M5S), la Mozione non è passata.

Mozione del Consigliere Parmesani (LN) su Flow City: è stata ritirata in quanto si è deciso all’unanimità che la questione verrà rinviata alla Commissione Bilancio e Finanze.

Mozione del Consigliere Parmesani (LN) sulla famiglia: concetto di uomo e donna, centralità della famiglia come sola e unica base di una società civile, no all’affidamento di figli a unioni gay, ecc.; il Consigliere Tansini (Tutti per Casale) ha chiesto che venisse inserito un emendamento, ma leggendolo ci si è accorti che non si emendava nulla, bensì si trattava di un’altra Mozione; si è così chiesto di ammettere le due Mozioni e di votare per entrambe; voti per la Mozione Parmesani: quattro a favore (centro-destra), 13 contro (centro-sinsitra e M5S); sulla Mozione Tansini il Consigliere Mussida ha evidenziato come fosse inammissibile in quanto presentata fuori termine (secondo l’Art. 35 del Regolamento), così il Presidente ha rinviato la sua discussione al prossimo Consiglio Comunale.

Infine si è affrontato il tema dell’elezione dei Rappresentanti del Consiglio nel Comitato di Gestione dell’Asilo Nido. Prassi vuole che la rappresentanza sia formata da due Consiglieri della maggioranza e uno della minoranza. Si è discusso se formulare voto palese o voto segreto e il Segretario ha chiesto tempo per verificare. Dopo un quarto d’ora ha comunicato che il Regolamento nulla prevede e pertanto la decisione è stata rinviata alla prossima seduta per effettuare ricerche in merito.

In chiusura il Consigliere Ressegotti (Lega Nord) ha rassegnato le dimissioni: le subentrerà il collega di partito Elia Delmiglio.

Il Consiglio si è chiuso alle ore 1.30.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...