“Murturìn” e Via Pettinari

Sono finalmente cominciati i lavori di completamento delle opere di urbanizzazione in Via Pettinari, che consentiranno la sua regolare apertura su Via Don Minzoni; ed è di questi giorni anche la notizia dell’imminente e definitivo cambio di collocazione del cosiddetto “Murturìn”, il sacrario contenente le ossa del vecchio cimitero ottocentesco, che sarà spostato nella piccola area verde di fronte alla sua attuale posizione a ridosso dell’incrocio.

Nel Consiglio Comunale del 10 Settembre 2014 il MoVimento 5 Stelle Casalpusterlengo aveva presentato la seguente Interpellanza tramite il suo portavoce Consigliere Angelo Caccialanza:

OGGETTO: COMPLETAMENTO OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA P.L. 25 VIA DON MINZONI CASALPUSTERLENGO. Egregio signor Sindaco. Il Bilancio preventivo 2014 sottoposto al Consiglio Comunale prevede di incamerare oltre 1.900.000 (1 milione e 900 mila) euro dalla vendita di una serie di lotti di terreno in via Pettinari. Dato che anche la precedente Amministrazione aveva incluso questi beni nell’elenco delle alienazioni del triennio 2011/2012/2013 senza alcun risultato, siamo preoccupati per la lungaggine alla quale i Cittadini lì residenti devono sottostare per vedere la soluzione dei problemi dovuti al mancato completamento delle opere di urbanizzazione primaria. Infatti si sperava che con l’assegnazione dei nuovi lotti la via Pettinari si sarebbe materializzata, in quanto ancora oggi è solo sulla carta. Già nel 2006 un complesso residenziale ha avuto l’abitabilità senza una via di accesso e gli appartamenti in villa costruiti a completamento della lottizzazione, costruiti dal 2010 e assegnati alla fine del 2012, ancora oggi non godono di quelle opere congruamente calcolate nel prezzo di vendita dei loro appartamenti. A distanza di anni i proprietari delle residenze che si affacciano sulla via Pettinari, sono privi di indirizzo, hanno un tracciato di via incompleto e pericoloso e devono accedere alle proprietà da Via Turati in quanto l’accesso da Via Cesare Battisti termina con i lotti da alienare e l’accesso da Via Don Minzoni è sbarrato, abbandonato a se stesso e deposito d’immondizie. Che la questione necessiti di un’urgente soluzione lo si rileva anche dal fatto che la formazione del nuovo marciapiede sulla Via Don Minzoni non è stato terminato (mancando la stesura del tappetino d’usura) e che i cordoli all’intersezione con Via Pettinari sono privi di scivolo per i mezzi dei disabili. Un ultimo fatto necessiterebbe di essere rivisto: ”El Murturìn”, la cappella votiva che pre-esisteva all’insediamento residenziale. Detta cappella si trovava al centro della via Pettinari e doveva essere spostata nell’area verde del condominio “Residence La Madonnina”. Per motivi a noi sconosciuti, ma anche ai residenti, la Cappella è stata posta sul marciapiede di Via Pettinari angolo Via Don Minzoni precludendo la visibilità necessaria in un incrocio di vie. Voglia signor Sindaco verificare la sussistenza dei fatti oggetto dell’interpellanza e per questo la ringraziamo.

Il Vice Sindaco aveva risposto che le urbanizzazioni dell’area sarebbero terminate la prima settimana di Ottobre, mentre per la Madonnina si stava acquisendo un triangolo di terra per darle destinazione definitiva lungo la parte opposta dell’area. Ora i lavori in Via Pettinari sono cominciati, mentre entro la primavera avverrà lo spostamento del “Murturìn”, dopo che a Novembre il Comune entrerà in possesso del terreno in oggetto.

Dovremmo quindi essere alla fine di un brutto esempio di gestione del territorio. Siamo contenti che la nostra Interpellanza sia stato l’ultimo rilievo del menefreghismo per la vivibilità cittadina e del mancato rispetto della storia del nostro borgo.

In una lettera del Marzo 2014 Don Giulio Mosca ricorda l’importanza storica del “Mortorino”, che testimonia il più antico luogo documentato di Casale; quando il vecchio cimitero ottocentesco fu spostato, le ossa rinvenute nel terreno furono deposte nel sacrario votivo, dove sono ancora oggi visibili. In passato in quella zona sorgeva una chiesa (menzionata già in scritti dell’undicesimo secolo), sulla quale fu poi costruita San Martino, la prima parrocchia di Casale; il Murturìn rappresenta quindi un importantissimo pezzo di storia casalina.

Nel 2002 il Piano di Lottizzazione aveva previsto una strada (Via Pettinari) proprio dove c’era il Mortorino. Fu costruito un condominio, ma senza strada. I lottizzanti con scrittura privata si impegnarono a cedere gratuitamente un triangolo di terreno al Comune, versando 15.000 euro per le spese. La cappelletta fu spostata in altro posto nonostante le lamentele dei lottizzanti. Il 29 Ottobre 2012 il signor Bestazza Angelo, a nome di circa 170 Cittadini, aveva segnalato al Consiglio Comunale la irregolarità. Nessuna risposta.

Sembra che questa sia  finalmente la volta buona.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...