SOGIR? No, grazie!

Rifiuti

Nel corso del Consiglio Comunale del 18 Dicembre 2014 si è discusso del conferimento di un mandato alla società SOGIR S.r.l., affinché ripianifichi il pubblico servizio di gestione dei rifiuti nei Comuni aderenti al suo progetto, valutando aspetti economici e di efficienza; l’Amministrazione casalina ha inoltre proposto di riservare all’esito di tali attività una successiva propria Delibera affinchè SOGIR diventi una società operativa e affidi a sé il suddetto servizio di gestione dei rifiuti nel territorio comunale.

Noi del MoVimento 5 Stelle, insieme ad altri gruppi di minoranza, abbiamo espresso parere contrario e di seguito vi spieghiamo il motivo.

SOGIR S.r.l. è una società nata nel 2011 e da subito si è proposta come soggetto gestore del servizio di raccolta e trasporto di Rifiuti Solidi Urbani (RSU) a livello provinciale; ha iniziato la propria attività con la ricerca di un consulente tramite un bando di gara da 140.000 euro (esclusi IVA e oneri previdenziali), per avere assistenza nella procedura di gara per la scelta di un socio privato, al quale affidare il servizio a Lodi, Codogno, Casalpusterlengo, Sant’Angelo Lodigiano e altri Comuni della Provincia, per un totale di 47 Comuni e circa 175.000 abitanti.

Una società a responsabilità limitata, partecipata al 50% da ASTEM S.p.A. e al 50% da EAL S.p.A.: ASTEM è a sua volta partecipata dal Comune di Lodi al 99%, mentre EAL è partecipata dalla Provincia al 60% e dagli altri Comuni del Lodigiano per le rimanenti quote. Facciamo subito una prima osservazione: se andrà in porto questo progetto, sostanzialmente si chiederà a SOGIR, che è partecipata da ASTEM al 50%, di valutare se ASTEM GESTIONI S.r.l. (società di LGH S.p.A., di cui ASTEM è socia al 15%) è in grado di svolgere il servizio integrato rifiuti nel Lodigiano… le solite “scatole cinesi”.

A Casalpusterlengo ASTEM la conosciamo bene, anche perché ha gestito la manutenzione del verde pubblico fino a Giugno 2012 per 160.000 euro all’anno, mentre a Luglio 2012 il servizio fu affidato con regolare appalto ad un’altra ditta per soli 86.000 euro all’anno. È inoltre la stessa ASTEM che conferiva i rifiuti negli impianti della BELLISOLINA S.r.l. (partecipata al 50% da EAL) a 123 euro alla tonnellata, salvo poi rivolgersi a un’altra ditta di Brescia per soli 80 euro alla tonnellata, 43 euro a tonnellata in meno.

Non riusciamo proprio a capire invece quali competenze abbia EAL per poter svolgere una ricerca così complessa nel campo dei servizi integrati. Dalla Relazione dell’Amministratore Unico sulla Gestione 2013 risulta un quadro decisamente negativo e soprattutto un nuovo indirizzo, che prevede la liquidazione delle partecipazioni detenute; da ciò l’inevitabile riduzione dei ricavi e la conseguente perdita d’esercizio di euro 333.568. EAL è impegnata a valutare le proprie partecipate per procedere alla loro vendita, ma il mercato non è interessato; comprensibilmente, visti i dati seguenti.
EAL COMPOST S.r.l. (partecipata da EAL al 14% fino al 2014, ora al 10%): ripianata una perdita di euro 527.496, con euro 85.026 accantonati per i Soci come copertura su perdite future.
BELLISOLINA S.r.l. (partecipata da EAL al 50%): ripianata la perdita di Settembre 2012 di euro 533.276 e ripianata la perdita del 2013 di euro 313.166, il tutto con ripetute rinunce ai crediti nei confronti della collegata per centinaia di migliaia di euro.
ECOADDA S.r.l. (partecipata da EAL al 20%): perdita di esercizio di euro 50.374.
SOGIR S.r.l. (partecipata da EAL al 50%): perdita di euro 52.980.

Le forti perdite di tali partecipate, tra le quali figura proprio SOGIR per 52.980 euro, non sono certo una bella referenza per l’affidamento di un incarico importante: dar vita ad una società che si occupererà della raccolta e del trasporto dei rifiuti solidi nel Lodigiano.

Inizialmente la questione ruotava intorno alla possibilità di gestire “in house” il servizio, in alternativa alla partecipazione di un socio privato; ma quando la rimozione dei limiti alla gestione “in house” sembrava aver spazzato via ogni dubbio, è saltata fuori la Regione, specificando che la gestione integrata dovrà essere divisa tra chi si occupa della raccolta e del trasporto dei rifiuti e chi del loro smaltimento in discariche o inceneritori.

Quindi anche nel campo dei rifiuti si ripresenta il leitmotiv “distributore – fornitore”, perla del mercato libero: la separazione tra l’attività di produzione e l’attività di vendita. L’abbiamo vissuta con la telefonia, il trasporto ferroviario, l’elettricità, l’acqua, il gas e oggi con i rifiuti. I principi fondamentali che vengono enunciati in ogni Convenzione sono uguali, sia che si tratti di acqua, gas o rifiuti: alta qualità dei servizi, controllo delle tariffe, nuovi criteri di efficienza e riduzione dei costi. Agli utenti si prospettano libertà di scelta e minori costi ma in realtà non è mai stato così: ad eccezione della telefonia che ha potuto sfruttare le reti mobili, in tutti gli altri settori le tariffe sono aumentate. Siamo in un mercato libero a metà, dove il “fornitore” è una società di vendita che opera in regime di concorrenza e il “distributore” continua ad operare in regime di concessione.

Facciamo un esempio. Nel 2006 si è costituita la Società Acqua Lodigiana S.r.l.: SAL è partecipata dai 61 Comuni della Provincia di Lodi e può essere definita una società “in house”, che fornisce un “servizio idrico integrato” ai Comuni soci. Probabilmente gli investimenti previsti sono stati fatti, ma non si può non rilevare che nel corso di pochi anni le tariffe dell’acqua si siano più che raddoppiate.

Ci pare d’obbligo citare SAL, perché ci sono diverse similitudini con quello che dovrà fare SOGIR. Per esempio gestire le attività funzionali all’attuazione dell’aggregazione tra i Comuni e la relativa tempistica, nonchè l’acquisizione di rami d’azienda (ASM Codogno e ASTEM GESTIONI). Il nuovo soggetto dovrà avere competenze sia sull’erogazione del servizio che sulla gestione del patrimonio, individuando adeguate figure professionali (consulenti, periti, legali, ecc.). E noi questo incarico dovremmo affidarlo a SOGIR? No, grazie!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...