Baratto Amministrativo

Con la Mozione e la proposta di Regolamento su “Baratto Amministrativo e Servizio di Cittadinanza Attiva” presentate oggi, il M5S Casalpusterlengo intende consolidare la comunità casalina, migliorando il rapporto tra Cittadini e istituzioni e facendo sì che persone in difficoltà possano trovare un modo per alleggerire i propri debiti.

Il Regolamento prevede l’introduzione di due modalità attraverso le quali i Cittadini possono prestare il proprio tempo e le proprie competenze alla comunità, prendendosi cura del patrimonio comunale o partecipando all’erogazione di servizi.

  1. Con il “Baratto amministrativo“, introdotto dall’art. 24 del D.L. 133/2014, i Cittadini possono “barattare” i propri debiti tributari con il Comune effettuando dei lavori. Un reciproco tornaconto i cui effetti si tradurrebbero nel recupero del patrimonio comunale nonchè nella riqualificazione e manutenzione del territorio, di edifici, di strade e parchi. I Cittadini che aderiscono, su loro specifica richiesta, prestano la loro opera all’amministrazione, ottenendo in cambio non un compenso pecuniario, ma una decurtazione e/o una riduzione o esenzione dei tributi dovuti al Comune. L’obiettivo è quello di ridare dignità a chi, per le contingenti e transitorie situazioni di bisogno, è costretto a omettere il pagamento dei tributi.
  2. Con il “Servizio di Cittadinanza Attiva” si intende coinvolgere i Cittadini che per disponibilità di tempo e volontà si vogliano impegnare, attraverso l’impiego delle proprie energie nella realizzazione di progetti utili al Comune. La proposta di collaborazione potrà avvenire su istanza di Cittadini o Associazioni, oppure sarà lo stesso Comune che, attraverso un avviso pubblico, proporrà degli interventi. In questo caso è prevista anche la costituzione dell’Albo dei Volontari Civici, dal quale il Comune può attingere per progetti anche di breve periodo e non particolarmente complessi.

COME FUNZIONA IL BARATTO AMMINISTRATIVO PROPOSTO

Ogni anno la Giunta stabilisce una quota di tributi inevasi da destinare al Baratto Amministrativo, supponiamo 6.000 euro. Stabilito il budget, l’Ufficio Tecnico comunale predispone uno o più progetti di lavoro in moduli da 8 ore, cioè un giorno di lavoro. Ogni modulo vale 60 euro, quindi € 6.000/60 sono 100 moduli equivalenti a 800 ore di lavoro. È prevista la figura di un Tutor che coordini il progetto e il tutto dovrà avvenire sotto la guida dell’Ufficio Tecnico. Per accedere ai moduli è prevista la costituzione di una graduatoria con diversi parametri che attribuiscono punteggi differenti. Si tratta di parametri che tengono conto sia dell’ISEE che di eventuali situazioni di stato di disoccupazione o cassa integrazione, nonché la presenza in famiglia di numerosi figli, ecc..

ITER BUROCRATICO

La Mozione che abbiamo presentato sarà discussa in Consiglio Comunale il prima possibile, vi terremo aggiornati. Nel frattempo, se avete proposte per migliorare il Regolamento che abbiamo presentato, scriveteci!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...