Archivi tag: Baratto Amministrativo

Consiglio Comunale 29/10/2015

Giovedì 29 Ottobre 2015 alle 20:30 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si terrà il Consiglio Comunale, con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Acquisizione area interessata dalle opere di urbanizzazione ed asservite all’uso pubblico relativa al programma integrato di intervento in Via Negri “Cascina Bella”.
  2. Eliminazione dei vincoli per alloggi realizzati su aree PEEP concesse in diritto di proprietà con convenzioni ex Art. 35 della Legge 865/71 stipulate ante Legge 179/92 e convenzioni di cui all’Art. 18 del Testo Unico D.P.R. 6 Giugno 2001, n. 380 (ex Articolo 8 della Legge N. 10/1977).
  3. Mozione presentata dal Consigliere Comunale Sig. A. Caccialanza del Gruppo Consiliare “Movimento 5 Stelle” (Prot. 17526 del 26/09/2015) in merito alla istituzione del “Baratto Amministrativo”.
  4. Mozione presentata dal Gruppo Consiliare “Tutti Per Casale” (Prot. 19071 del 21/10/2015) in merito al Servizio di Volontariato Civico – Cittadinanza Attiva con introduzione del “Baratto Amministrativo”.
  5. Mozione presentata dal Consigliere Comunale Sig. E. Delmiglio del Gruppo Consiliare “Lega Nord Padania” (Prot. 17335 del 23/09/2015) in merito alla educazione sessuale e contrasto alla diffusione della Teoria Gender nelle scuole di Casalpusterlengo.
  6. Approvazione verbali sedute di Consiglio Comunale del 29/09/2015 e 01/10/2015.

Il M5S Casalpusterlengo sarà presente con il suo portavoce Consigliere Angelo Caccialanza. Come sempre invitiamo i Cittadini a partecipare; nei prossimi giorni troverete comunque un resoconto qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 29/10/2015 [file .pdf – 314 kb]

RESOCONTO

1. Acquisizione area interessata dalle opere di urbanizzazione ed asservite all’uso pubblico relativa al programma integrato di intervento in Via Negri “Cascina Bella”.

 

2. Eliminazione dei vincoli per alloggi realizzati su aree PEEP concesse in diritto di proprietà con convenzioni ex Art. 35 della Legge 865/71 stipulate ante Legge 179/92 e convenzioni di cui all’Art. 18 del Testo Unico D.P.R. 6 Giugno 2001, n. 380 (ex Articolo 8 della Legge N. 10/1977).
Si è discusso sull’eliminazione dei vincoli attualmentre previsti per alloggi realizzati su aree PEEP (Piano Edilizia Ecomica Popolare) concesse in diritto di proprietà con le convenzioni in oggetto.

 

3. Mozione presentata dal Consigliere Comunale Sig. A. Caccialanza del Gruppo Consiliare “Movimento 5 Stelle” (Prot. 17526 del 26/09/2015) in merito alla istituzione del “Baratto Amministrativo”.

 

4. Mozione presentata dal Gruppo Consiliare “Tutti Per Casale” (Prot. 19071 del 21/10/2015) in merito al Servizio di Volontariato Civico – Cittadinanza Attiva con introduzione del “Baratto Amministrativo”.
Come detto, è stata presentata una Mozione fotocopia della nostra, ma senza alcuna prposta di regolamento, con l’ovvio intento di offuscare il nostro lavoro e fare in modo che il “Baratto Amministrativo non fosse associato al M5S.
Ci siamo astenuti.

5. Mozione presentata dal Consigliere Comunale Sig. E. Delmiglio del Gruppo Consiliare “Lega Nord Padania” (Prot. 17335 del 23/09/2015) in merito alla educazione sessuale e contrasto alla diffusione della Teoria Gender nelle scuole di Casalpusterlengo.
Il Comma 16 dell’Articolo 1 della Legge chiamata “Buona Scuola” recentemente licenziata recita testualmente: “
Il piano triennale dell’offerta formativa assicura l’attuazione dei princìpi di pari opportunità promuovendo nelle scuole di ogni ordine e grado l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni, al fine di informare e di sensibilizzare gli studenti, i docenti e i genitori”. Il rispetto per i princìpi fondamentali dell’uomo passano anche dall’accettazione della propria e altrui sessualità: questo è il presupposto su cui si basa il nostro voto. Possiamo tranquillamente affermare che la Teoria Gender non esiste; esistono studi di genere, che sono tutt’altra cosa. Non c’è alcuna normativa approvata in Parlamento che introduce nella scuola questa fantomatica teoria, c’è solo la promozione della parità tra i generi, la lotta alla discriminazione e agli stereòtipi. Sono mesi che assistiamo ad una paradossale disinformazione su un argomento che invece meriterebbe il rispetto e l’attenzione di tutti. “La teoria gender è una frottola e l’insistenza della Lega nell’approfondire un tema che non esiste e che interpreta a suo piacimento conferma il ruolo di un Partito che è ormai solo un agente di disinformazione di massa.” (Jolanda Nanni, Consigliere Regionale Lombardia M5S).
Ci siamo astenuti.

6. Approvazione verbali sedute di Consiglio Comunale del 29/09/2015 e 01/10/2015.
Sono stati approvati i verbali delle sedute di Consiglio Comunale del 29/09/2015 e del 01/10/2015.
Abbiamo votato a favore.

Scarica il verbale: Consiglio Comunale 29/10/2015 [file .pdf – 459 kb]

Annunci

Baratto Amministrativo

Con la Mozione e la proposta di Regolamento su “Baratto Amministrativo e Servizio di Cittadinanza Attiva” presentate oggi, il M5S Casalpusterlengo intende consolidare la comunità casalina, migliorando il rapporto tra Cittadini e istituzioni e facendo sì che persone in difficoltà possano trovare un modo per alleggerire i propri debiti.

Il Regolamento prevede l’introduzione di due modalità attraverso le quali i Cittadini possono prestare il proprio tempo e le proprie competenze alla comunità, prendendosi cura del patrimonio comunale o partecipando all’erogazione di servizi.

  1. Con il “Baratto amministrativo“, introdotto dall’art. 24 del D.L. 133/2014, i Cittadini possono “barattare” i propri debiti tributari con il Comune effettuando dei lavori. Un reciproco tornaconto i cui effetti si tradurrebbero nel recupero del patrimonio comunale nonchè nella riqualificazione e manutenzione del territorio, di edifici, di strade e parchi. I Cittadini che aderiscono, su loro specifica richiesta, prestano la loro opera all’amministrazione, ottenendo in cambio non un compenso pecuniario, ma una decurtazione e/o una riduzione o esenzione dei tributi dovuti al Comune. L’obiettivo è quello di ridare dignità a chi, per le contingenti e transitorie situazioni di bisogno, è costretto a omettere il pagamento dei tributi.
  2. Con il “Servizio di Cittadinanza Attiva” si intende coinvolgere i Cittadini che per disponibilità di tempo e volontà si vogliano impegnare, attraverso l’impiego delle proprie energie nella realizzazione di progetti utili al Comune. La proposta di collaborazione potrà avvenire su istanza di Cittadini o Associazioni, oppure sarà lo stesso Comune che, attraverso un avviso pubblico, proporrà degli interventi. In questo caso è prevista anche la costituzione dell’Albo dei Volontari Civici, dal quale il Comune può attingere per progetti anche di breve periodo e non particolarmente complessi.

COME FUNZIONA IL BARATTO AMMINISTRATIVO PROPOSTO

Ogni anno la Giunta stabilisce una quota di tributi inevasi da destinare al Baratto Amministrativo, supponiamo 6.000 euro. Stabilito il budget, l’Ufficio Tecnico comunale predispone uno o più progetti di lavoro in moduli da 8 ore, cioè un giorno di lavoro. Ogni modulo vale 60 euro, quindi € 6.000/60 sono 100 moduli equivalenti a 800 ore di lavoro. È prevista la figura di un Tutor che coordini il progetto e il tutto dovrà avvenire sotto la guida dell’Ufficio Tecnico. Per accedere ai moduli è prevista la costituzione di una graduatoria con diversi parametri che attribuiscono punteggi differenti. Si tratta di parametri che tengono conto sia dell’ISEE che di eventuali situazioni di stato di disoccupazione o cassa integrazione, nonché la presenza in famiglia di numerosi figli, ecc..

ITER BUROCRATICO

La Mozione che abbiamo presentato sarà discussa in Consiglio Comunale il prima possibile, vi terremo aggiornati. Nel frattempo, se avete proposte per migliorare il Regolamento che abbiamo presentato, scriveteci!