Archivi tag: Convenzione

Consiglio Comunale 21/02/2017

Martedì 21 Febbraio 2017 alle 20:00 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si è tenuto il Consiglio Comunale, con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Approvazione Convenzione per il conferimento della funzione di stazione appaltante alla Provincia di Lodi ai sensi del combinato disposto dell’Art. 1, Comma 88, della L. 56/2014 e dell’Art. 37 del D.LGS. 50/2016.
  2. Adesione del Comune di Brembio alla Gestione in forma Associata dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP). Approvazione schema di Convenzione.
  3. Approvazione Regolamento ripristini stradali.
  4. Revoca della Deliberazione di Consiglio Comunale N. 9/2014 e retrocessione immobile ex RSA.
  5. Integrazione Linee di Indirizzo all’ASSC (approvate con Deliberazione CC N. 74 del 19/12/2016) per iniziativa di housing sociale.

Noi del MoVimento 5 Stelle Casalpusterlengo eravamo presenti con la nostra portavoce Consigliera Eleonora Paloschi.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 21/02/2017 [file .pdf – 312 kb]

RESOCONTO

1. Approvazione Convenzione per il conferimento della funzione di stazione appaltante alla Provincia di Lodi ai sensi del combinato disposto dell’Art. 1, Comma 88, della L. 56/2014 e dell’Art. 37 del D.LGS. 50/2016.
Ci siamo astenuti.

2. Adesione del Comune di Brembio alla Gestione in forma Associata dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP). Approvazione schema di Convenzione.
Abbiamo votato a favore.

3. Approvazione Regolamento ripristini stradali.
Abbiamo votato a favore.

4. Revoca della Deliberazione di Consiglio Comunale N. 9/2014 e retrocessione immobile ex RSA.
Ci siamo astenuti.

5. Integrazione Linee di Indirizzo all’ASSC (approvate con Deliberazione CC N. 74 del 19/12/2016) per iniziativa di housing sociale.
Ci siamo astenuti.

Scarica il verbale: Consiglio Comunale 21/02/2017 [file .pdf – 510 kb]

Annunci

Consiglio Comunale 27/01/2017

Venerdì 27 Gennaio 2017 alle 19:30 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si è tenuto il Consiglio Comunale, con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Esame ed approvazione del Bilancio Previsionale anno 2017-2018-2019 e Piano Programma delle attività dell’Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo.
  2. Parco Locale di Interesse Sovracomunale del Brembiolo – Rinnovo Convenzione.
  3. Regolamento per l’assegnazione e la gestione degli orti pubblici di proprietà comunale.
  4. Adesione del Comune di Bertonico alla gestione in forma associata dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP). Approvazione Schema di Convenzione e Regolamento organizzazione e funzionamento SUAP.
  5. Verifica delle quantità e qualità delle aree e fabbricati da destinare alla residenza, determinazione dei prezzi di cessione per ciascun tipo di area o fabbricati ex Art. 14 L. 131/83 per l’anno 2017.
  6. Regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento.
  7. Approvazione verbale seduta di Consiglio Comunale del 19/12/2016.

La nostra portavoce Consigliera Eleonora Paloschi era assente per indisposizione.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 27/01/2017 [file .pdf – 313 kb]

RESOCONTO

1. Esame ed approvazione del Bilancio Previsionale anno 2017-2018-2019 e Piano Programma delle attività dell’Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo.
Avremmo votato contro.

2. Parco Locale di Interesse Sovracomunale del Brembiolo – Rinnovo Convenzione.
Avremmo votato a favore.

3. Regolamento per l’assegnazione e la gestione degli orti pubblici di proprietà comunale.
Avremmo votato a favore.

4. Adesione del Comune di Bertonico alla gestione in forma associata dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP). Approvazione Schema di Convenzione e Regolamento organizzazione e funzionamento SUAP.
Ci saremmo astenuti.

5. Verifica delle quantità e qualità delle aree e fabbricati da destinare alla residenza, determinazione dei prezzi di cessione per ciascun tipo di area o fabbricati ex Art. 14 L. 131/83 per l’anno 2017.
Avremmo votato contro.

6. Regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento.
Ci saremmo astenuti.

7. Approvazione verbale seduta di Consiglio Comunale del 19/12/2016.
Ci saremmo astenuti.

Scarica il verbale: Consiglio Comunale 27/01/2017 [file .pdf – 402 kb]

Consiglio Comunale 27/09/2016

Martedì 27 Settembre 2016 alle 20:00 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si è tenuto il Consiglio Comunale, con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Approvazione Convenzione Servizio di Tesoreria periodo 2017-2021.
  2. Rettifica Deliberazione di Consiglio Comunale N. 46 del 26/07/2016 avente per oggetto: Modifica Art. 54 del Regolamento Comunale di Polizia Urbana.
  3. Accertamento della compatibilità urbanistica del progetto del metanodotto allacciamento Sirtam – DN 100 (4) – 12 bar, da localizzarsi nel Comune di Casalpusterlengo – presentato da Snam Rete Gas e ratifica delle dichiarazioni di conformità urbanistica, pubblica utilità, urgenza ed indifferibilità dell’opera con apposizione del vincolo preordinato all’esproprio / asservimento aree, nonché autorizzazione a costruire il metanodotto.
  4. Proposta di acquisizione aree Sig. Fedeli in Via Pettinari e cessione in diritto di superficie aree alla parrocchia SS. Bartolomeo e Martino per attività oratoriali.
  5. Approvazione Verbale seduta di Consiglio Comunale del 26/07/2016.

Noi del MoVimento 5 Stelle Casalpusterlengo eravamo presenti con il nostro portavoce Consigliere Eleonora Paloschi.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 27/09/2016 [file .pdf – 308 kb]

RESOCONTO

1.  Approvazione Convenzione Servizio di Tesoreria periodo 2017-2021.
Si è votata la Convenzione quinquennale per il Servizio di Tesoreria, che consiste nel complesso di operazioni legate alla gestione finanziaria del Comune e finalizzate in particolare alla riscossione delle entrate, al pagamento delle spese, alla custodia di titoli e valori e agli adempimenti connessi previsti dalla Legge, dallo Statuto Comunale e dai Regolamenti dell’ente. Una scelta fortemente discrezionale dell’Amministrazione e per questo ci siamo astenuti.
Ci siamo astenuti.

2. Rettifica Deliberazione di Consiglio Comunale N. 46 del 26/07/2016 avente per oggetto: Modifica Art. 54 del Regolamento Comunale di Polizia Urbana.
In seguito ad una svista, durante la scorsa seduta è stato approvata la vecchia versione dell’Art. 54 del Regolamento di Polizia Urbana, concernente il divieto di mantenere gli immobili abbandonati ubicati nel territorio comunale in stato di incuria e degrado; si è quindi reso necessario mettere nuovamente in votazione l’aggiornamento dell’articolo in questione. Le modifiche sostanziali rispetto alla versione precedente sono l’aggiunta dell’obbligo di provvedere periodicamente all’eliminazione di erbe e piante infestanti, la riduzione da 30 a 10 giorni dalla notifica del verbale di contestazione per intervenire prima che lo faccia il Comune addebitando le spese e le relative sanzioni in caso di inadempienza. Abbiamo votato a favore di questo provvedimento, unica forza di opposizione, per snellire il processo di messa in sicurezza degli immobili, necessario per esempio nel quartiere degradato PEEP4 da noi già segnalato mesi fa, e per evitare casi-limite che portino seri problemi di pericolo e igiene, nonché di decoro urbano.
Abbiamo votato a favore.

3. Accertamento della compatibilità urbanistica del progetto del metanodotto allacciamento Sirtam – DN 100 (4) – 12 bar, da localizzarsi nel Comune di Casalpusterlengo – presentato da Snam Rete Gas e ratifica delle dichiarazioni di conformità urbanistica, pubblica utilità, urgenza ed indifferibilità dell’opera con apposizione del vincolo preordinato all’esproprio / asservimento aree, nonché autorizzazione a costruire il metanodotto.
Era in discussione l’allacciamento alla rete comunale del metanodotto a servizio della nuova stazione di distribuzione carburanti sulla Strada Mantovana, appena fuori Casalpusterlengo in direzione Pavia. Un lavoro che comporta espropri e asservimenti di aree private, i cui proprietari sono stati semplicemente avvisati, senza cercare un colloquio preliminare per capirne le volontà. L’intervento prevede tra l’altro alcuni punti delicati, vista la necessità di passare intorno al cementificio vicino al distributore e di tenere conto della prossima costruzione dei piloni della futura Tangenziale, che passerà sopra l’attuale rotonda situata nelle vicinanze.
Abbiamo votato contro.

4. Proposta di acquisizione aree Sig. Fedeli in Via Pettinari e cessione in diritto di superficie aree alla parrocchia SS. Bartolomeo e Martino per attività oratoriali.
Tema già discusso in passato. I Signori Fedeli sono proprietari di un’area che la Parrocchia ha chiesto al Comune in diritto di superficie, situata di fianco all’oratorio (Casa del Giovane); per poter procedere alla cessione dell’intera area richiesta dalla Parrocchia (in parte già del Comune), l’Amministrazione ha raggiunto un accordo coi Signori Fedeli, permutando il loro terreno con un’altro di sua proprietà.  Nella Deliberazione di Giunta del 16 Settembre sottoposta a votazione, il Responsabile del Servizio Urbanistica / Edilizia ha espresso parere favorevole, rilevando tuttavia una criticità a nostro parere importante: “lo scopo della cessione del diritto di superficie alla Parrocchia SS. Bartolomeo e Martino, finalizzato alla realizzazione di interventi e strutture per le attività oratoriali, e quindi di interesse pubblico generale, viene affievolito dai tempi di attuazione previsti nella convenzione che, tenuto conto delle possibilità di proroghe, sono molto dilatati nel tempo”. Sorge spontanea una domanda: quanto dilatati nel tempo? La risposta la si può trovare nel crono-programma descritto nello Schema di Convenzione tra Comune e Parrocchia: 5 anni per la delimitazione dell’area con apposita recinzione e per la realizzazione di spazi scoperti per l’attività ricreativa oratoriale e 20 anni per la realizzazione di una tensostruttura di copertura per l’esercizio di attività sportive. Senza considerare la possibilità di proroghe. Nulla da dire sul beneficio generato dalle attività socio-educative della Parrocchia, ma un accordo di questo tipo, privo di un programma ben definito, sembra l’ennesimo tentativo di questa Amministrazione di trasferire il lavoro che dovrebbe svolgere essa stessa nelle mani di qualcun altro, con l’aggravante della cessione di terreno comunale per la realizzazione di impianti sportivi che non si sa quando vedranno la luce. La risposta della Giunta non ci è sembrata soddisfacente.
Abbiamo votato contro.

5. Approvazione Verbale seduta di Consiglio Comunale del 26/07/2016.
Come abbiamo già evidenziato, durante le sedute del Consiglio Comunale accade spesso che si parli fuori microfono, che le voci si sovrappongano una con l’altra o che qualcuno si dimentichi di accendere il microfono prima di parlare; questo incide pesantemente sul relativo verbale, con frequenti casi di omissioni dovute all’oggettiva difficoltà dei dipendenti comunali preposti alla trascrizione della discussione. Per questo motivo, in attesa dell’attivazione del servizio di ripresa audiovisiva delle sedute, da noi recentemente sollecitato con una Mozione bocciata dalla maggioranza, abbiamo deciso di astenerci o votare contro ai verbali, valutando di volta in volta in base alla loro chiarezza.
Ci siamo astenuti.

Scarica il verbale: Consiglio Comunale 27/09/2016 [file .pdf – 339 kb]

Consiglio Comunale 21/12/2015

Lunedì 21 Dicembre 2015 alle 20:00 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si terrà il Consiglio Comunale, con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Istituzione del punto prelievi nelle frazioni di Zorlesco e Vittadone ed affidamento della gestione del Servizio alla Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo.
  2. Approvazione modifiche al Piano Triennale delle Alienazioni 2015/2017.
  3. Organizzazione del Pubblico Servizio di gestione dei rifiuti.
  4. Approvazione Convenzione tra i Comuni di Casalpusterlengo e Somaglia per la gestione in forma associata delle funzioni di Polizia Locale e di pianificazione di Protezione Civile e coordinamento dei Primi Soccorsi.
  5. Approvazione verbali sedute di Consiglio Comunale del 27/11/2015 e 30/11/2015.

Il M5S Casalpusterlengo sarà presente con il suo portavoce Consigliere Angelo Caccialanza. Come sempre invitiamo i Cittadini a partecipare; nei prossimi giorni troverete comunque un resoconto qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 21/12/2015 [file .pdf – 287 kb]

RESOCONTO

Scarica il verbale: Consiglio Comunale 21/12/2015 [file .pdf – 743 kb]

Consiglio Comunale 29/10/2015

Giovedì 29 Ottobre 2015 alle 20:30 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si terrà il Consiglio Comunale, con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Acquisizione area interessata dalle opere di urbanizzazione ed asservite all’uso pubblico relativa al programma integrato di intervento in Via Negri “Cascina Bella”.
  2. Eliminazione dei vincoli per alloggi realizzati su aree PEEP concesse in diritto di proprietà con convenzioni ex Art. 35 della Legge 865/71 stipulate ante Legge 179/92 e convenzioni di cui all’Art. 18 del Testo Unico D.P.R. 6 Giugno 2001, n. 380 (ex Articolo 8 della Legge N. 10/1977).
  3. Mozione presentata dal Consigliere Comunale Sig. A. Caccialanza del Gruppo Consiliare “Movimento 5 Stelle” (Prot. 17526 del 26/09/2015) in merito alla istituzione del “Baratto Amministrativo”.
  4. Mozione presentata dal Gruppo Consiliare “Tutti Per Casale” (Prot. 19071 del 21/10/2015) in merito al Servizio di Volontariato Civico – Cittadinanza Attiva con introduzione del “Baratto Amministrativo”.
  5. Mozione presentata dal Consigliere Comunale Sig. E. Delmiglio del Gruppo Consiliare “Lega Nord Padania” (Prot. 17335 del 23/09/2015) in merito alla educazione sessuale e contrasto alla diffusione della Teoria Gender nelle scuole di Casalpusterlengo.
  6. Approvazione verbali sedute di Consiglio Comunale del 29/09/2015 e 01/10/2015.

Il M5S Casalpusterlengo sarà presente con il suo portavoce Consigliere Angelo Caccialanza. Come sempre invitiamo i Cittadini a partecipare; nei prossimi giorni troverete comunque un resoconto qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 29/10/2015 [file .pdf – 314 kb]

RESOCONTO

1. Acquisizione area interessata dalle opere di urbanizzazione ed asservite all’uso pubblico relativa al programma integrato di intervento in Via Negri “Cascina Bella”.

 

2. Eliminazione dei vincoli per alloggi realizzati su aree PEEP concesse in diritto di proprietà con convenzioni ex Art. 35 della Legge 865/71 stipulate ante Legge 179/92 e convenzioni di cui all’Art. 18 del Testo Unico D.P.R. 6 Giugno 2001, n. 380 (ex Articolo 8 della Legge N. 10/1977).
Si è discusso sull’eliminazione dei vincoli attualmentre previsti per alloggi realizzati su aree PEEP (Piano Edilizia Ecomica Popolare) concesse in diritto di proprietà con le convenzioni in oggetto.

 

3. Mozione presentata dal Consigliere Comunale Sig. A. Caccialanza del Gruppo Consiliare “Movimento 5 Stelle” (Prot. 17526 del 26/09/2015) in merito alla istituzione del “Baratto Amministrativo”.

 

4. Mozione presentata dal Gruppo Consiliare “Tutti Per Casale” (Prot. 19071 del 21/10/2015) in merito al Servizio di Volontariato Civico – Cittadinanza Attiva con introduzione del “Baratto Amministrativo”.
Come detto, è stata presentata una Mozione fotocopia della nostra, ma senza alcuna prposta di regolamento, con l’ovvio intento di offuscare il nostro lavoro e fare in modo che il “Baratto Amministrativo non fosse associato al M5S.
Ci siamo astenuti.

5. Mozione presentata dal Consigliere Comunale Sig. E. Delmiglio del Gruppo Consiliare “Lega Nord Padania” (Prot. 17335 del 23/09/2015) in merito alla educazione sessuale e contrasto alla diffusione della Teoria Gender nelle scuole di Casalpusterlengo.
Il Comma 16 dell’Articolo 1 della Legge chiamata “Buona Scuola” recentemente licenziata recita testualmente: “
Il piano triennale dell’offerta formativa assicura l’attuazione dei princìpi di pari opportunità promuovendo nelle scuole di ogni ordine e grado l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni, al fine di informare e di sensibilizzare gli studenti, i docenti e i genitori”. Il rispetto per i princìpi fondamentali dell’uomo passano anche dall’accettazione della propria e altrui sessualità: questo è il presupposto su cui si basa il nostro voto. Possiamo tranquillamente affermare che la Teoria Gender non esiste; esistono studi di genere, che sono tutt’altra cosa. Non c’è alcuna normativa approvata in Parlamento che introduce nella scuola questa fantomatica teoria, c’è solo la promozione della parità tra i generi, la lotta alla discriminazione e agli stereòtipi. Sono mesi che assistiamo ad una paradossale disinformazione su un argomento che invece meriterebbe il rispetto e l’attenzione di tutti. “La teoria gender è una frottola e l’insistenza della Lega nell’approfondire un tema che non esiste e che interpreta a suo piacimento conferma il ruolo di un Partito che è ormai solo un agente di disinformazione di massa.” (Jolanda Nanni, Consigliere Regionale Lombardia M5S).
Ci siamo astenuti.

6. Approvazione verbali sedute di Consiglio Comunale del 29/09/2015 e 01/10/2015.
Sono stati approvati i verbali delle sedute di Consiglio Comunale del 29/09/2015 e del 01/10/2015.
Abbiamo votato a favore.

Scarica il verbale: Consiglio Comunale 29/10/2015 [file .pdf – 459 kb]

Consiglio Comunale 29/09/2015 e 01/10/2015

Martedì 29 Settembre 2015 alle 19:30 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si terrà il Consiglio Comunale, con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Approvazione integrazioni e modifiche al Regolamento dell’Asilo Nido Comunale.
  2. Esercizio del diritto di prelazione per la Sede Farmaceutica n. 5 di nuova istituzione.
  3. Riconoscimento spesa per lavori di somma urgenza presso la palazzina d’abitazione comunale a Zorlesco (art. 191, c. 3, del D.LGS. 267/2000 e ss.mm.ii.).
  4. Verifica annuale dell’attuazione delle Linee Programmatiche 2014/2019.
  5. Fusione per incorporazione della società “Patrimoniale Idrica Lodigiana S.r.l. – P.I.L.
    S.r.l.” nella “Società Acqua Lodigiana S.r.l. – S.A.L. S.r.l.”
  6. Individuazione Organismi Collegiali Indispensabili.
  7. Modifica dell’art. 9 della Convenzione tra il Comune di Casalpusterlengo ed i Comuni di Santo Stefano Lodigiano, Maleo, Castiglione D’Adda, Ospedaletto Lodigiano, Guardamiglio e Marudo, per l’erogazione di Servizi Sociali ed Educativo-Scolastici, tramite l’Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo, adottata con Atto C.C. n. 53 del 18/12/2013.
  8. Comunicazione del Sindaco in merito alla nomina di un componente del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo.
  9. Comunicazione dell’Assessore Scotti in merito alla attività dei servizi Istruzione, Politiche Giovanili e Pari Opportunità.
  10. Relazione semestrale sull’attività svolta dalla Commissione Speciale per lo studio ed il monitoraggio della gestione del Servizio Ospedaliero locale e per il presidio delle prospettive gestionali del Distretto Sanitario di Casalpusterlengo.
  11. Approvazione Verbali Consiglio Comunale sedute del 16/04/2015 e 14/07/2015.

Qualora nella seduta del 29/09/2015 non si esaurisse la trattazione degli argomenti previsti, il Consiglio Comunale verrà nuovamente convocato per Giovedì 1 Ottobre 2015 alle 19:30.

Il M5S Casalpusterlengo sarà presente con il suo portavoce Consigliere Angelo Caccialanza. Come sempre invitiamo i Cittadini a partecipare; nei prossimi giorni troverete comunque un resoconto qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 29/09/2015 e 01/10/2015 [file .pdf – 314 kb]

RESOCONTO

1. Approvazione integrazioni e modifiche al Regolamento dell’Asilo Nido Comunale.
In Commissione avevamo chiesto che nella parte riguardante gli orari messi a disposizione dei genitori fosse contemplata una maggiore flessibilità, convinti del fatto che il Nido non sia solamente un servizio per i bambini (che li aiuti nella crescita e li abitui alla convivenza con la società che li circonda) ma anche  per i genitori, che per motivi personali e/o di lavoro hanno necessità di orari differenti da quelli precedentemente proposti; fermo restando che le richieste di orari particolari dovranno comunque essere valutate in base alle reali difficoltà e necessità delle famiglie, senza impedire il normale percorso delle educatrici nelle strutture. Le risposte della Giunta però sono state poco chiare.
Ci siamo astenuti.

2. Esercizio del diritto di prelazione per la Sede Farmaceutica n. 5 di nuova istituzione.
Riteniamo importante la possibilità di creazione di una nuova Farmacia in zona Ducatona, dovuta all’aumento della popolazione e ad una modifica normativa che riduce il numero minimo di abitanti per farmacia.
Abbiamo votato a favore.

3. Riconoscimento spesa per lavori di somma urgenza presso la palazzina d’abitazione comunale a Zorlesco (art. 191, c. 3, del D.LGS. 267/2000 e ss.mm.ii.).
Il 28 Aprile scorso l’Ufficio Tecnico ha reputato necessario intervenire d’urgenza per mettere in sicurezza le coperture di un edificio di proprietà comunale in Via Vistarini a Zorlesco, danneggiate e rese pericolanti dal forte temporale della sera precedente. Essendo un caso di somma urgenza è stata subito interpellata una ditta locale, che ha formulato un preventivo di 20.500 euro + IVA, del quale la Giunta ha preso atto in data 15 Maggio con apposita Delibera. Il 18 Maggio, in seguito ad un secondo e più approfondito sopralluogo, si è appurato che i lavori da fare erano però più onerosi ed è stato presentato dalla ditta un secondo preventivo di 35.000 euro. A parte l’evidente avventatezza nel modo di procedere, che ha portato ad accettare senza riserve l’aumento consistente del preventivo rispetto a quanto inizialmente stimato, abbiamo verificato sul posto che i lavori considerati non corrispondevano con quanto realmente necessario; inoltre non ci tornavano alcuni costi delle opere preventivate.
Abbiamo votato contro.

4. Verifica annuale dell’attuazione delle Linee Programmatiche 2014/2019.
Ogni anno la Giunta deve portare in Consiglio le Linee Programmatiche che si è data ad inizio mandato, al fine di verificarne lo stato di avanzamento; al seguente collegamento potete trovare il documento preparato quest’anno.
Le principali critiche che muoviamo sono le seguenti:
Si parla di far sì che Casale torni ad essere baricentro commerciale e culturale della Bassa, proponendo una nuova sinergia fra esercenti privati e politica di iniziativa pubblica: ci chiediamo però cosa sia stato fatto in tal senso, alla luce di iniziative che vanno contro gli esercenti come il nuovo polo commerciale previsto fuori città o l’installazione di una macchina distributrice di alimenti all’interno della casetta dell’acqua di Via Buozzi.
– Si parla chiaramente di recupero delle aree dismesse ma ci chiediamo con quale faccia allora l’Amministrazione casalina di centro-sinistra si sia accodata agli altri Comuni d’ambito nel dare il proprio benestare al progetto della nuova maxi-logistica prevista tra Ospedaletto Lodigiano e Livraga, che comporterà il consumo di 200mila mq di suolo agricolo.
– Si parla di assegnare i lavori pubblici ad imprese del territorio, senza ricorrere in modo massiccio al principio del massimo ribasso che induce spesso costi aggiuntivi successivi e applicando il principio della rotazione degli incarichi: ma il caso lampante descritto nel punto precedente  (palazzina d’abitazione comunale a Zorlesco) va proprio in senso opposto.
– Si parla di potenziare la rete ciclopedonale e di migliorare la cicloviabilità della città, ma finora ci si è limitati ad annunci di piste ciclabili esterne (ottenute magari come compensazione per nuovi scempi al nostro territorio come nel caso della maxi-logistica) e a interventi che vanno contro la sbandierata cicloviabilità cittadina, come nel recente caso di Via Cavallotti, dove la nuova segnaletica trascura totalmente le biciclette.
– Si parla di migliorare il decoro urbano e di riqualificare il verde urbano, ma finora il grosso del lavoro è stato effettuato da un gruppo di Cittadini volontari.
– Si parla di migliorare il rapporto di Cittadini e Imprese con l’Amministrazione, ma finora il livello di trasparenza e di chiarezza dei siti istituzionali è rimasto scarso, per non parlare delle uscite estemporanee fatte con leggerezza su Facebook da qualche membro della Giunta.
I suddetti punti rilevano alcune delle tante contraddizioni di questa Giunta: a
ttualmente sono poche (per non dire nulle) le cose fatte e perlopiù vanno in porto progetti dell’Amministrazione precedente. Bisogna tenere conto che questo è un documento programmatico e pertanto potrà servire realmente solo fra tre o quattro anni. Per ora è come se la Giunta si limitasse a dire: “Guardate che cosa butteremo in piedi negli anni a venire”. E fra quattro anni chi si ricorderà di quanto scritto? Sicuramente stavolta ci saremo noi del M5S.
Abbiamo votato contro.

5. Fusione per incorporazione della società “Patrimoniale Idrica Lodigiana S.r.l. – P.I.L. S.r.l.” nella “Società Acqua Lodigiana S.r.l. – S.A.L. S.r.l.”
Si è votato sulla fusione per incorporazione della società “Patrimoniale Idrica Lodigiana (PIL) S.r.l.” nella “Società Acqua Lodigiana (SAL) S.r.l.”. Per capire come si è arrivati all’ultimo atto di questo ennesimo gioco di scatole cinesi, facciamo un passo indietro nel tempo e raccontiamo brevemente la storia dell’acqua nel lodigiano.
Nel 1934 Casalpusterlengo aderì al CAP (Consorzio Acqua Potabile), nato nel 1928 e operante nella Provincia di Milano. Partito come Azienda Speciale, CAP si trasformò dapprima in S.p.A., poi in Gruppo (formato da CAP Holding, CAP Gestione e CAP Impianti) e infine in Amiacque; tutto questo a seguito delle nuove normative che obbligavano alla separazione tra proprietà dei beni e svolgimento del servizio.
In seguito a scissioni, cessioni e fusioni, nel 2006 nel lodigiano nacque SAL (Società Acqua Lodigiana) S.r.l., chiamata a occuparsi del Servizio Idrico Integrato, ovvero la gestione del servizio (acquedotto, fognatura e depurazione); SAL ereditò le attività di CAP Gestione, Basso Lambro Impianti, ASM Codogno e Astem.
Per questo processo di separazione del ramo lodigiano dal proprio patrimonio, CAP Holding ridusse il capitale sociale di 34.200.720 euro, trasferendolo insieme alle quote dei soci alla costituenda PIL (Patrimoniale Idrica Lodigiana) S.r.l.. Al momento della costituzione di PIL (28 Febbraio 2014) la scissione trovava giustificazione nell’aggregazione in unica provincia, quella di Lodi, di unico gestore; l’esigenza era quindi quella di separare la gestione dalla Provincia di Milano.
Si disse: “Quando PIL diverrà operativa, inizieranno le operazioni di fusione per incorporazione in SAL”. Dopo un anno e mezzo di vita evidentemente PIL è diventata operativa, quindi in Consiglio Comunale si è votato per la sua fusione per incorporazione in SAL.
Come detto, CAP Holding ridusse il capitale sociale di 34.200.720 euro (di cui 1.800.000 euro di riserve), mentre PIL si costituì con un capitale sociale di 8.500.000 euro mandando a riserve 25.700.720 euro; sarebbe interessante sapere dove andranno a finire ora questi soldi all’interno di SAL.
Logicamente questa continua moltiplicazione di società crea Consigli di Amministrazione prontamente occupati, revisori, collegi sindacali, advisor, periti per stime, legali per i contratti, società per le due diligence.
Il MoVimento 5 Stelle è fortemente contrario a questi giochetti politico-economici che fanno gli interessi di pochi soliti noti a discapito dei cittadini, in particolare su un bene comune come l’acqua.
Abbiamo votato contro.

6. Individuazione Organismi Collegiali Indispensabili.
Le novità hanno riguardato l’istituzione del comitato CasalEventi e della Commissione Speciale sull’Ospedale e l’abrogazione definitiva della Commissione Edilizia.
Abbiamo votato a favore.

7. Modifica dell’art. 9 della Convenzione tra il Comune di Casalpusterlengo ed i Comuni di Santo Stefano Lodigiano, Maleo, Castiglione D’Adda, Ospedaletto Lodigiano, Guardamiglio e Marudo, per l’erogazione di Servizi Sociali ed Educativo-Scolastici, tramite l’Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo, adottata con Atto C.C. n. 53 del 18/12/2013.
Si è proposto un cambiamento degli accordi presi con i Comuni e con l’Azienda Speciale dei Servizi, con un leggero aumento delle quote in base agli abitanti dei vari Comuni, retroattivo dal 1 Gennaio 2015; questo, secondo la Giunta, porterà in futuro ad un miglioramento dei servizi e ad un risparmio. Abbiamo espresso una certa perplessità su alcuni aspetti. Innanzitutto diversi Comuni interpellati in merito hanno già dichiarato che non sono intenzionati a pagare nessuna differenza rispetto alla Convenzione in essere, con il rischio quindi che l’aumento generale rispetto agli accordi iniziali possa ripercuotersi interamente sui Comuni che decidono di accettare il cambiamento. In secondo luogo ci sembra strano e scorretto rivedere una Convenzione in essere cercando di modificarla prima della sua naturale scadenza; peraltro applicando un aumento retroattivo, senza valutare che le cifre si potranno rivedere nel momento in cui si andrà a ritrattare tale accordo, valutando in quel caso altre realtà che potrebbero essere più competitive.
Abbiamo votato contro.

8. Comunicazione del Sindaco in merito alla nomina di un componente del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo.
Il Sindaco Concordati ha comunicato la nomina di un nuovo componente del CdA della ASSC: a seguito delle dimissioni di Eleonora Cosimo è stato nominato Consigliere Filippo Monteverdi.
Non c’è stata votazione.

9. Comunicazione dell’Assessore Scotti in merito alla attività dei servizi Istruzione, Politiche Giovanili e Pari Opportunità.
L’Assessore Scotti ha illustrato le iniziative intraprese finora nei servizi di sua competenza: ecco la sua relazione con le relative osservazioni dei Consiglieri. Da segnalare che il Piano di Diritto allo Studio verrà esaminato nelle Commissioni Bilancio e Scuola appena si verrà in possesso dei dati che le Scuole stanno elaborando. Relativamente al neonato servizio “Pedibus”, l’Assessore ha dichiarato che vi partecipano circa 50 alunni e che questo servizio non andrà a influire sul tradizionale Scuolabus.
Non c’è stata votazione.

10. Relazione semestrale sull’attività svolta dalla Commissione Speciale per lo studio ed il monitoraggio della gestione del Servizio Ospedaliero locale e per il presidio delle prospettive gestionali del Distretto Sanitario di Casalpusterlengo.
Potete leggere la Relazione del nostro portavoce Angelo Caccialanza, Presidente della Commissione Speciale sull’Ospedale, al seguente collegamento. Rivolgiamo un ringraziamento speciale al nostro portavoce e al nostro tecnico in Commissione Marta Cobianco per il costante impegno profuso, che continuerà nei mesi a venire.
Non c’è stata votazione.

11. Approvazione Verbali Consiglio Comunale sedute del 16/04/2015 e 14/07/2015.
Sono stati approvati i verbali delle sedute di Consiglio Comunale del 16/04/2015 e del 14/07/2015.
Abbiamo votato a favore.

Scarica il verbale: Consiglio Comunale 29/09/2015 e 01/10/2015 [file .pdf – xxx kb]

Consiglio Comunale 18/12/2014

Municipio

Giovedì 18 Dicembre 2014 alle 19:30 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si terrà il Consiglio Comunale , con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Atto di Indirizzo recante il recepimento del DPCM 159/2013 “Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE)”.
  2. Acquisizione aree Piano di Lottizzazione “PL F” relative alla viabilità e necessarie allo spostamento del monumento votivo di Via Don Minzoni.
  3. Modifiche al Regolamento Edilizio: abrogazione Commissione Edilizia.
  4. Organizzazione del pubblico servizio di gestione dei rifiuti nel territorio comunale. Nuovo indirizzo a SOGIR S.r.l., Centrale di Committenza.
  5. Revoca Delibere C.C. n. 21/29.7.2013 avente per oggetto: “Approvazione proposta Gestione Associata funzioni fondamentali” e C.C. n. 22/29.7.2013 avente per oggetto: “Approvazione Convenzione quadro per la Gestione Associata con diversi Comuni contermini delle funzioni fondamentali”.
  6. Istituzione Commissione Pari Opportunità.
  7. Istituzione Comitato eventi denominato “CasalEventi”.
  8. Proposta di Mozione presentata dal Consigliere Sig. E. Delmiglio (Prot. 21204 del 11/12/2014) a sostegno del Presepe all’interno degli edifici pubblici e scolastici.

Il M5S Casalpusterlengo sarà presente con il suo portavoce Consigliere Angelo Caccialanza. Come sempre invitiamo i Cittadini a partecipare; nei prossimi giorni troverete comunque un resoconto qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 18/12/2014 [file .pdf – 293 kb]

RESOCONTO

Tra le Interpellanze iniziali il nostro portavoce Consigliere Angelo Caccialanza ha affrontato la questione dei semafori sulla Via Emilia. A Dicembre 2013 il Comune commissionò, al costo di 3.500 euro, uno studio finalizzato a rendere più scorrevole il traffico sulla Via Emilia; attraverso la sincronizzazione del semaforo di Via Garibaldi con quello di Via Padre Carlo d’Abbiategrasso, questo studio prevedeva che nel tratto tra Piazza Dante e Via Cremona alcuni semafori funzionassero “a chiamata pedonale”, rendendo così più scorrevole il traffico dei camion. Con l’Ordinanza n. 2 del 7 Gennaio 2014 l’allora Sindaco Parmesani dispose una programmazione sperimentale, che alternava il funzionamento dei semafori: regolazione normale negli orari di punta e a luce gialla lampeggiante nelle fasce intermedie, mentre per agevolare i pedoni rimaneva attiva la possibilità di chiamata su richiesta. L’Ordinanza disponeva anche la durata della programmazione speciale, che, salvo proroghe, sarebbe dovuta scadere il 31/12/2014. Non siamo entrati nel merito dell’inutile spesa di 3.500 euro per la consulenza, nè tanto meno della variazione del sistema di regolazione del traffico. A noi interessano le lamentele di chi, costretto all’attraversamento di una strada importante, ha visto aumentare i pericoli derivanti da un traffico mal regolamentato e venir meno la sicurezza personale. Per questi motivi e alla luce del buon esito del divieto di transito sulla Via Emilia per gli autocarri con peso superiore a 7,5 tonnellate, abbiamo invitato il Sindaco a non concedere proroghe di sorta all’Ordinanza n. 2 del 7 Gennaio 2014 e a far tornare al normale funzionamento gli impianti semaforici oggetto della sperimentazione, garantendo la sincronizzazione con il semaforo di Via Garibaldi. Il Sindaco ci ha risposto che verificherà la questione con gli uffici competenti e ci farà sapere; essendo ormai scaduto il termine della sperimentazione, attendiamo con urgenza notizie in merito.

Successivamente sono stati trattati i punti all’Ordine del Giorno:

1. Atto di Indirizzo recante il recepimento del DPCM 159/2013 “Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE)”.
Si chiedeva di approvare un Atto di Indirizzo, che però costituisce la base del futuro Regolamento che il Comune dovrà adottare prima del Bilancio preventivo 2015. La questione è complessa e non definitiva: si parla della pianificazione dell’accesso ai servizi sociali. Il nostro portavoce Consigliere Caccialanza aveva già toccato alcuni punti in Commissione, tra cui la richiesta di considerare le situazioni in oggetto caso per caso e non in modo generale; osservazioni che hanno ricevuto il consenso dell’Amministrazione. Anche in questo settore, come per il gas, i rifiuti e tutti gli altri servizi essenziali, si ragiona per “ambiti”: l’Ufficio di Piano delle Aziende di Servizi Sociali opera su 62 Comuni e quindi gli “indirizzi” che i Comuni adotteranno nei rispetivi Regolamenti dovranno essere il più uguale possibile. La complicazione maggiore sarà la determinazione del valore ISEE, ma per questo si è già scaricata la responsabilità sui CAAF. Ci siamo astenuti in attesa di vedere in concreto il Regolamento e poter esprimere una valutazione ragionata.
Favorevoli: 15 (Tutti per Casale, Lega Nord, Forza Italia, NCD)
Astenuti: 1 (M5S)
Contrari: 0

Assenti: 1 (Grecchi)

2. Acquisizione aree Piano di Lottizzazione “PL F” relative alla viabilità e necessarie allo spostamento del monumento votivo di Via Don Minzoni.
Ci si doveva esprimere sulle operazioni necessarie allo spostamento del cosiddetto “Murturìn”
, il monumento votivo di Via Don Minzoni. Ci siamo già occupati della questione in passato, portandola alla ribalta con un’Interpellanza fatta in un precedente Consiglio Comunale. Al momento del voto il nostro portavoce Consigliere Caccialanza si è dovuto temporaneamente assentare per motivi personali, ma avrebbe ovviamente votato a favore; in ogni caso il provvedimento è stato approvato all’unanimità dei presenti.
Favorevoli: 15 (Tutti per Casale, Lega Nord, Forza Italia, NCD)
Astenuti: 0
Contrari: 0

Assenti: 2 (M5S, Grecchi)

3. Modifiche al Regolamento Edilizio: abrogazione Commissione Edilizia.
L’abrogazione è stata proposta perché si ritiene che la Commissione Edilizia sia stata svuotata di potere dalle semplificazioni introdotte in materia di edilizia e urbanistica. Inoltre si reputa che la Commissione Paesaggio voluta dalla Regione nel 2009 possa agire in modo analogo. Ci piacerebbe però sapere quante volte si è riunita questa Commissione, di quali argomenti si è occupata e soprattutto che decisioni o consigli ha prodotto per l’Amministrazione di Casalpusterlengo: sarebbe cioè interessante e doveroso capire quale sia stata la sua utilità finora, in quanto a noi non risulta nulla di rilevante. Intanto annotiamo che ai suoi componenti (5 professionisti non della zona) sono stati liquidati compensi per 1.900 euro come rimborso spese per gli anni 2011/2012/2013. Riteniamo quindi che la Commissione Edilizia possa essere mantenuta, rivedendone il ruolo e impiegando competenze interne e del territorio, mentre la Commissione Paesaggio dovrebbe innanzitutto fornire informazioni sul lavoro fatto da quando è stata costituita.
Favorevoli: 15 (Tutti per Casale, Lega Nord, Forza Italia, NCD)
Astenuti: 0
Contrari: 1
(M5S)
Assenti: 1 (Grecchi)

4. Organizzazione del pubblico servizio di gestione dei rifiuti nel territorio comunale. Nuovo indirizzo a SOGIR S.r.l., Centrale di Committenza.
Abbiamo trattato la complessa questione in un articolo dedicato. Abbiamo votato contro perchè riteniamo che SOGIR S.r.l. non sia un soggetto idoneo ad occuparsi di un incarico importante come la raccolta e il trasporto dei rifiuti solidi nel Lodigiano.
Favorevoli: 11 (Tutti per Casale)
Astenuti: 1 (NCD)
Contrari: 4
(M5S, Lega Nord, Forza Italia)
Assenti: 1 (Grecchi)

5. Revoca Delibere C.C. n. 21/29.7.2013 avente per oggetto: “Approvazione proposta Gestione Associata funzioni fondamentali” e C.C. n. 22/29.7.2013 avente per oggetto: “Approvazione Convenzione quadro per la Gestione Associata con diversi Comuni contermini delle funzioni fondamentali”.
Ci siamo da sempre espressi in maniera negativa sulla Gestione Associata dei servizi fondamentali tra Casalpusterlengo e i Comuni limitrofi. Pur non avendo alcun obbligo legislativo da rispettare (avendo più di 5.000 abitanti), nel 2013 Casalpusterlengo aveva avviato la Gestione Associata per i servizi di Polizia Urbana, Catasto, Protezione Civile e Soccorso; dal 1 Gennaio 2014 furono coinvolti altri settori importanti (Ufficio Tecnico, Ragioneria e Anagrafe). Per noi si tratta di un Ente di governo a democrazia “indiretta” (con l’ulteriore allontanamento del potere dalle mani dei Cittadini), che comporta una nuova formazione di personale, la creazione di ulteriori figure dirigenziali e l’acquisto di beni e servizi con funzione intercomunale; appare evidente che non ci può essere alcun risparmio e alcuna razionalizzazione dei servizi, come si è potuto osservare per il servizio di Polizia Urbana con la costante assenza di vigili dalla nostra Città.
Favorevoli: 12 (M5S, Tutti per Casale)
Astenuti: 4 (Lega Nord, Forza Italia, NCD)
Contrari: 0

Assenti: 1 (Grecchi)

6. Istituzione Commissione Pari Opportunità.
Abbiamo votato a favore dell’istituzione di questa Commissione; anche in questo caso vigileremo sul suo operato.
Favorevoli: 16 (M5S, Tutti per Casale, Lega Nord, Forza Italia, NCD)
Astenuti: 0
Contrari: 0

Assenti: 1 (Grecchi)

7. Istituzione Comitato eventi denominato “CasalEventi”.
Abbiamo votato a favore di questo Comitato, che si occuperà di organizzare eventi culturali in Città, ma in modo critico, riservandoci di valutare il suo lavoro.
Favorevoli: 16 (M5S, Tutti per Casale, Lega Nord, Forza Italia, NCD)
Astenuti: 0
Contrari: 0

Assenti: 1 (Grecchi)

8. Proposta di Mozione presentata dal Consigliere Sig. E. Delmiglio (Prot. 21204 del 11/12/2014) a sostegno del Presepe all’interno degli edifici pubblici e scolastici.
Mozione presentata dalla Lega Nord per cavalcare la polemica
inscenata su scala nazionale dal suo leader Salvini. Non siamo ovviamente contro i Presepi, che consideriamo espressione della nostra cultura e delle nostre tradizioni, ma riteniamo che lo Stato debba manifestare la sua laicità. Una Mozione così ambigua ha ovviamente creato una lunga discussione ed è stata pure modificata in seguito a una riunione dei Capigruppo convocata d’urgenza. Nonostante la conseguente riformulazione scritta in “politichese” (l’arte di dire tutto per non dire nulla), abbiamo preferito astenerci.
Favorevoli: 13 (Tutti per Casale, Lega Nord, Forza Italia, NCD)
Astenuti: 3 (M5S, Benelli, Peviani)
Contrari:
0
Assenti: 1 (Grecchi)

Tanto per onorare il clima natalizio, il Consiglio si è chiuso con un acceso (quanto inutile) scontro verbale tra il Consigliere di maggioranza Albertini e l’ex Consigliere della Lega Nord Ressegotti: non potevamo chiedere di peggio come augurio di Buone Feste.

Consiglio Comunale 28/11/2014

Municipio

Venerdì 28 Novembre 2014 alle 19:30 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si terrà il Consiglio Comunale , con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Approvazione assestamento al Bilancio di Previsione 2014
  2. Approvazione Convenzione tra i Comuni facenti parte dell’ATEM LODI2 – SUD per lo svolgimento in forma associata della procedura di gara per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas e la successiva gestione del servizio
  3. Revoca C.C. n. 10 del 09/04/2014 avente per oggetto: “Autorizzazione al conferimento del ramo d’azienda dell’Azienda Speciale dei Servizi di Casalpusterlengo all’A.S.L. di Lodi per costituzione nuova A.S.P.”
  4. Indirizzo all’Azienda Speciale dei Servizi di Casalpusterlengo riguardo alla realizzazione del progetto Flow City
  5. Approvazione Linee di Indirizzo per la Gestione 2015 dell’ASSC
  6. Rinegoziazione prestiti ordinari Cassa Depositi e Prestiti
  7. Ratifica G.C. n. 219 del 31/10/2014 avente per oggetto “Approvazione variazione al Bilancio di Previsione 2014”
  8. Sostituzione esperto in seno alla Commissione Consiliare permanente Bilancio

Il M5S Casalpusterlengo sarà presente con il suo portavoce Consigliere Angelo Caccialanza. Come sempre invitiamo i Cittadini a partecipare; nei prossimi giorni troverete comunque un resoconto qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 28/11/2014 [file .pdf – 298 kb]

RESOCONTO

Tra le Interpellanze iniziali il nostro Portavoce Angelo Caccialanza ha evidenziato le cattive condizioni degli spogliatoi della Piscina comunale (sporcizia e muffa alle pareti), facendo seguito alla segnalazione ricevuta da alcuni Cittadini; a nome del Comune, proprietario degli impianti dati in gestione alla società Sky Line S.r.l., il Consigliere con delega allo Sport Grecchi ha detto che avrebbe preso nota e fatto sistemare le cose.

Successivamente sono stati trattati i punti all’ordine del Giorno:

1. Approvazione assestamento al Bilancio di Previsione 2014
Si tratta di un documento contabile che modifica le disponibilità dei vari capitoli del Bilancio in base ai risultati amministrativi, affinché si verifichi un migliore impiego delle risorse rispetto a quanto preventivato. Riteniamo che la Ragioneria abbia redatto questo documento secondo principi di chiarezza, trasparenza e veridicità. Tuttavia, essendovi contenute operazioni riguardanti il Bilancio Preventivo del 2014, da noi non approvato, abbiamo espresso voto contrario.
Favorevoli: 12 (Tutti per Casale)
Astenuti: 0
Contrari: 5 (M5S, Lega Nord, Forza Italia, NCD)

2. Approvazione Convenzione tra i Comuni facento parte dell’ATEM LODI2 – SUD per lo svolgimento in forma associata della procedura di gara per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas e la successiva gestione del servizio
Conformemente alle premesse all’istituzione degli Ambiti Territoriali Minimi (ATEM), questa Convenzione sembrerebbe volta a garantire al settore della distribuzione del gas maggiore concorrenza e livelli minimi di qualità dei servizi essenziali. In più, con la determinazione degli ATEM gli Enti locali dovrebbero svolgere le gare di affidamento del servizio di distribuzione del gas in base a criteri di efficienza e riduzione di costi, a partire da quelli tariffari. Ma così effettivamente non sarà: i Comuni inseriti negli ATEM non potranno più bandire la gara singolarmente, né stabilire i canoni e le estensioni di rete. La concorrenza esiste quando gli operatori sono diversi e finora c’è stata. Ogni Comune aveva il proprio gestore: 800 in tutta Italia, poi scesi a 320 e si stima che oggi ne resterebbe solo qualche decina. In circa 120 dei 177 ATEM il gestore con posizione dominante è Italgas, oppure Enel Rete Gas, operatori i cui capitali sono detenuti, tra gli altri, dalla Cassa Depositi e Prestiti, cioè dallo Stato. Ad un’Interrogazione alla Commissione Europea (2013) sulla possibilità che venissero posti in essere comportamenti collusivi, la risposta è stata la seguente: “L’AGCM [Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato] ha concluso che, nonostante i legami strutturali tra tali società possano agevolare comportamenti collusivi, dato l’obiettivo di CDP [Cassa Depositi e Prestiti] di massimizzare il valore della sua partecipazione finanziaria nel settore della distribuzione del gas, i possibili effetti di tale coordinamento sono neutralizzati dalle misure di governance adottate da CDP”. Non ritendendoci soddisfatti da tale risposta, il nostro voto è stato contrario.
Favorevoli: 15 (Tutti per Casale, Lega Nord, Forza Italia)
Astenuti: 0
Contrari: 1 (M5S)
Assente: 1 (NCD)

3. Revoca C.C. N. 10 del 09/04/2014 avente per oggetto: “Autorizzazione al conferimento del ramo d’azienda dell’Azienda Speciale dei Servizi di Casalpusterlengo all’A.S.L. di Lodi per costituzione nuova A.S.P.”
Il vantaggio economico che potrebbe derivare dalla cessione di un ramo d’azienda alla costituenda ASP (Azienda di Servizi alla Persona), stando all’ultimo Bilancio, ammonterebbe a 320.000 euro. Questa cifra corrisponde a quanto il Comune non dovrebbe più sborsare ed è effettivamente l’unico elemento positivo che riusciamo a ravvisare nella Relazione del Direttore della ASSC (Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo), allegata alla proposta di cessione del ramo di azienda in data 10 Marzo 2014. Trascorsi otto mesi, i vantaggi di questa operazione sono magicamente evaporati: non assoggettamento ai limiti delle Legge di Stabilità, cessione in comodato della struttura (comprese le manutenzioni), migliore trattamento contrattuale per il personale, riduzione dell’8% delle rette per i Cittadini di Casalpusterlengo, niente più pericoli per il Bilancio comunale per eventuali perdite, utili certi dalla Farmacia, Consiglio di Amministrazione a maggioranza comunale con conseguente potere di scelta degli indirizzi gestionali. Di tutto questo non è rimasto niente. Anzi, è emersa la mancanza di un progetto imprenditoriale della nuova ASP, dati contabili non chiari o non pervenuti e problemi per il trasferimento o pagamento del TFR dovuto ai dipendenti dell’ASSC. Un quadro desolante, che ci lascia perplessi e ci impedisce di esprimere pareri su scelte presentate, a distanza di pochi mesi tra loro, con motivazioni contrastanti, con l’aggravante che sono state elaborate dallo stesso Ufficio. Tuttavia abbiamo negato il nostro appoggio alla revoca, ritenendo che da una cessione dei servizi gestiti dall’ASSC all’ASP possano comunque derivare dei vantaggi. Pertanto, in riferimento alle tutele per il Comune di Casalpusterlengo ben elencate nella Relazione del Conferimento Ramo d’Azienda del 10/03/2014, riteniamo di non dover escludere a priori una futura adesione alla costituenda ASP Regionale.
Favorevoli: 12 (Tutti per Casale)
Astenuti: 1 (NCD)
Contrari: 4 (M5S, Lega Nord, Forza Italia)

4. Indirizzo all’Azienda Speciale dei Servizi di Casalpusterlengo riguardo alla realizzazione del Progetto Flow City
Dopo aver letto attentamente la relazione del Presidente dell’ASSC viene da domandarsi come e per quali ragioni sia stato avviato il progetto “Flow City”; non riscontriamo alcuna spiegazione tecnica o vantaggio sociale che giustifichino una tale decisione. Dalla relazione risulta che gli errori di progettazione fossero tali da escludere l’accreditamento da parte della Regione, i costi di ristrutturazione erano sottostimati rispetto alle effettive esigenze di risanamento e di riqualificazione del complesso residenziale; in più il finanziamento da parte della Regione è stato revocato. Tutti questi elementi messi insieme ci portano a concludere che il progetto Flow City non sia stato pensato per il bene della Città; di certo auspichiamo che fatti del genere non accadano di nuovo in futuro. Stasera siamo stati chiamati ad esprimerci su una proposta di revisione e di ridimensionamento dei costi del progetto, atta a soddisfare le esigenze della comunità. Ma nutriamo seri dubbi sul fatto che si riesca a realizzare questo progetto, seppur ridimensionato; anche perché i conti andrebbero fatti sulla base di un piano solido, per riuscire ad ottenere il rifinanziamento regionale ed una proroga del finanziamento dalla Fondazione Cariplo. Ci chiediamo però come sarà possibile risultare credibili davanti ai finanziatori. Il progetto Flow City ha già comportato lo sperpero di troppo denaro pubblico, superando la cifra di 100.000 euro tra progetti, consulenze, bandi di gara e tasse. E c’è da augurarsi che la non esecutività dell’esito della gara d’appalto non aggiunga ulteriori costi. Non saremo complici di tutto questo, per questo abbiamo votato sì agli indirizzi dati alla ASSC da questa amministrazione.
Favorevoli: 13 (Tutti per Casale, M5S)
Astenuti: 0
Contrari: 4 (Lega Nord, Forza Italia, NCD)

5. Approvazione Linee di Indirizzo per la Gestione 2015 dell’ASSC
Questo punto era già stato dibattutto in Commissione Servizi Sociali e prevedeva modifiche non sostanziali ad alcuni documenti amministrativi, quindi all’unanimità si è votato a favore.
Favorevoli: 17 (Tutti per Casale, M5S, Lega Nord, Forza Italia, NCD)
Astenuti: 0
Contrari: 0

6. Rinegoziazione prestiti ordinari Cassa Depositi e Prestiti
È indubbio che la Giunta valuti positivamente la possibilità di rimodulare i mutui citati, perché certamente vengono liberate risorse tali da consentire impieghi in conto capitale o riduzione del debito. Riteniamo tuttavia che per una somma irrisoria i vantaggi non potranno essere elevati. Anche perché fra cinque anni ci troveremo nella stessa situazione economica. Per esempio il mutuo 4319814/03, che ha una rata annua di euro 26.300, cesserà il 31/12/2020, quindi fra sei anni il bilancio sarà comunque sgravato da questo onere. È superfluo aggiungere che vale sempre rispettare il principio economico in base al quale la durata dell’ammortamento di un mutuo non dovrebbe superare la durata del bene che è stato finanziato dal mutuo stesso: qui si sta rinegoziando un mutuo per la durata di trent’anni. Il nostro voto è stato contrario.
Favorevoli: 12 (Tutti per Casale)
Astenuti: 0
Contrari: 5 (M5S, Lega Nord, Forza Italia, NCD)

7. Ratifica G.C. N. 219 del 31/10/2014 avente per oggetto “Approvazione variazione al Bilancio di Previsione 2014”
Buona parte delle variazioni in Bilancio si riferiscono ai capitoli riguardanti le spese per la Scuola. Si è provveduto a mettere in previsione i contributi per le scuole che rientrano nel Piano per il Diritto allo Studio. Un’osservazione va fatta sul capitolo 1730 “Contributi Scuola Materna non statale”, che presenta un assestato di 50.000 euro per il 2014, mentre per il 2015 e 2016 è di 53.650 euro per ciascuno anno, pur sapendo che la Convenzione triennale stabilisce 50.000 euro per tutte e tre le annualità. Ma, tralasciando tutto questo, il vero problema è un altro. Ci sembra doveroso ricordare cosa stabilisce in merito la Legge Regionale 11 Febbraio 1999, n° 8: “gli interventi finanziari pubblici devono tendere a conseguire la parità di trattamento degli utenti delle diverse scuole statali e non statali, funzionanti nel territorio”. Considerando che nel Piano per il Diritto allo Studio approvato nel Consiglio Comunale del 19 Novembre 2014 sono state ratificate le convenzioni triennali con le Scuole Materne non comunali e che esse sono finanziate per il 2015 e il 2016 con le variazioni di Bilancio ora presentate, ci sembra che tali convenzioni pluriennali e il loro finanziamento creino un’evidente disparità di trattamento a discapito delle Scuole statali. Lo spirito della Legge Regionale è puramente economico, perché verte su interventi finanziari che devono tendere a conseguire una parità di trattamento tra Scuole statali e paritarie; per questo, nel predisporre il Bilancio annuale del Piano per il Diritto allo Studio, si stabiliscono i contributi per le diverse Scuole funzionanti sul territorio. Ma non si capisce allora dove stia la parità di trattamento, se per le Scuole paritarie si stabiliscono dei contratti pluriennali e per le Scuole statali non si conosce l’entità degli interventi in tali anni. Tutto ciò premesso, il nostro voto è stato contrario. Essendosi però questo Consiglio pronunciato in maniera favorevole, abbiamo chiesto che venisse predisposta una convenzione di pari durata anche con le Scuole statali, in modo da poter verificare la congruità dei contributi che si intendono erogare alle Scuole paritarie.
Favorevoli: 12 (Tutti per Casale)
Astenuti: 0
Contrari: 5 (M5S, Lega Nord, Forza Italia, NCD)

8. Sostituzione esperto in seno alla Commissione Consiliare permanente Bilancio
Si è trattato di una semplice sostituzione di persona all’interno di una Commissione: tutti hanno votato a favore.
Favorevoli: 17(Tutti per Casale, M5S, Lega Nord, Forza Italia, NCD)
Astenuti: 0
Contrari: 0