Archivi tag: Linee Programmatiche

Consiglio Comunale 26/07/2016

Martedì 26 Luglio 2016 alle 20:00 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si è tenuto il Consiglio Comunale, con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Commemorazione 24° anniversario stragi Capaci e Via D’Amelio.
  2. Verifica annuale dello stato di attuazione delle Linee Programmatiche 2014-2019.
  3. Bilancio di Previsione 2016/2018. Verifica degli equilibri. Assestamento al Bilancio 2016/2018.
  4. Comunicazione relativa ai prelievi dal Fondo di Riserva.
  5. Approvazione ratifica Delibera G.C. n. 130 del 28/06/2016 avente per oggetto: “Approvazione variazione al Bilancio di Previsione 2016”.
  6. Approvazione Regolamento sul Diritto di Interpello.
  7. Modifica all’Art. 54 del Regolamento Comunale di Polizia Urbana.
  8. Sostituzione componente ed esperto in seno alle Commissioni Consiliari Permanenti.
  9. Sostituzione Commissione Elettorale Comunale.
  10. Sostituzione componente della Commissione per l’aggiornamento degli elenchi dei Giudici Popolari.
  11. Approvazione Verbali sedute di Consiglio Comunale del 30/05/2016 e 15/06/2016.

Noi del MoVimento 5 Stelle Casalpusterlengo eravamo presenti con il nostro portavoce Consigliere Eleonora Paloschi.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 26/07/2016 [file .pdf – 313 kb]

RESOCONTO

Annunci

No alla logistica su suolo agricolo!

No Logistica

Durante il Consiglio Comunale di Lunedì 30 Novembre 2015 il Movimento 5 Stelle Casalpusterlengo ha presentato, a nome del Comitato No logistica in aree agricole – Salviamo il Lodigiano, un Ordine del Giorno (OdG) a favore della tutela del territorio lodigiano, sottoscritto anche dagli altri gruppi di minoranza; abbiamo chiesto a Sindaco e Giunta di esprimere un parere negativo sul progetto di insediamento di una nuova logistica su suolo agricolo tra Ospedaletto e Livraga da parte della francese FM Logistic.

Fin dall’inizio del dibattito, svoltosi purtroppo nell’ormai abituale disinteresse mostrato da alcuni membri della Giunta, è però apparsa evidente la volontà politica di Sindaco e Assessori di non contrastare ma anzi di avallare la manovra, che prevede il consumo di circa 230.000 mq di terreno agricolo e che avrà come conseguenza non trascurabile un aumento esponenziale del traffico pesante sulle nostre strade: le stime prevedono infatti almeno 200 TIR in più al giorno e un numero equivalente di furgoni, camioncini e altri mezzi simili.

Non c’è che dire, proprio una “bella” dimostrazione di coerenza da parte di chi, in campagna elettorale e una volta insediato in Comune, aveva sbandierato la tutela dell’ambiente come uno dei propri obiettivi primari; basta guardare infatti alle Linee Programmatiche di Mandato 2014-2019 dell’Amministrazione di centro-sinistra qui di seguito per capire che i risultati attesi (recupero delle aree dismesse e riduzione del consumo di suolo) non sono stati perseguiti.

Al momento del voto abbiamo comunque registrato una significativa spaccatura nella maggioranza, visto che il Consigliere Peviani (che ringraziamo pubblicamente per la coerenza mostrata) ha votato a favore insieme alle opposizioni, mentre due sono stati gli astenuti; questo non è stato tuttavia sufficiente per far approvare il nostro OdG, che è stato respinto.

A margine, registriamo purtroppo la scarsa serietà nuovamente dimostrata dal Gruppo Consiliare di maggioranza “Tutti Per Casale”; dopo un anno e mezzo di pressoché totale silenzio istituzionale, se si escludono interventi su argomenti importanti ma lontani dalla città come il terrorismo islamico parigino e Papa Francesco, ora hanno avviato la desolante strategia di presentare in Consiglio documenti “last minute”, che sembrano avere l’unico scopo di offuscare quelli da noi proposti.

Era già successo qualche mese fa con una mozione-fotocopia della nostra sul Baratto Amministrativo ed è accaduto anche questa volta, perché pochi istanti prima del Consiglio di Lunedì i Consiglieri di minoranza si sono trovati tra le mani una Mozione “alternativa” al nostro OdG proprio sulla questione della logistica: un documento protocollato all’ultimo momento, scarno, approssimativo e probabilmente scritto in tutta fretta, come dimostrano i molti errori grammaticali.

Vogliamo stigmatizzare in maniera decisa questo comportamento, poco corretto sia a livello politico che a livello etico. La cosa era talmente evidente che anche le altre forze di opposizione l’hanno denunciata durante la seduta e, di comune accordo, hanno deciso di seguirci nella nostra protesta di abbandonare l’aula prima dell’inizio della discussione della Mozione della maggioranza.

E così Sindaco, Giunta e Consiglieri di maggioranza sono rimasti soli (perché anche tutto il pubblico presente si è alzato ed è uscito dall’aula) a raccontarsi quanto sia utile la costruzione dell’ennesima logistica che andrà a deturpare il nostro amato territorio.

Consiglio Comunale 29/09/2015 e 01/10/2015

Martedì 29 Settembre 2015 alle 19:30 presso la Sala Consiliare di Piazza del Popolo 22 a Casalpusterlengo si terrà il Consiglio Comunale, con il seguente Ordine del Giorno:

  1. Approvazione integrazioni e modifiche al Regolamento dell’Asilo Nido Comunale.
  2. Esercizio del diritto di prelazione per la Sede Farmaceutica n. 5 di nuova istituzione.
  3. Riconoscimento spesa per lavori di somma urgenza presso la palazzina d’abitazione comunale a Zorlesco (art. 191, c. 3, del D.LGS. 267/2000 e ss.mm.ii.).
  4. Verifica annuale dell’attuazione delle Linee Programmatiche 2014/2019.
  5. Fusione per incorporazione della società “Patrimoniale Idrica Lodigiana S.r.l. – P.I.L.
    S.r.l.” nella “Società Acqua Lodigiana S.r.l. – S.A.L. S.r.l.”
  6. Individuazione Organismi Collegiali Indispensabili.
  7. Modifica dell’art. 9 della Convenzione tra il Comune di Casalpusterlengo ed i Comuni di Santo Stefano Lodigiano, Maleo, Castiglione D’Adda, Ospedaletto Lodigiano, Guardamiglio e Marudo, per l’erogazione di Servizi Sociali ed Educativo-Scolastici, tramite l’Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo, adottata con Atto C.C. n. 53 del 18/12/2013.
  8. Comunicazione del Sindaco in merito alla nomina di un componente del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo.
  9. Comunicazione dell’Assessore Scotti in merito alla attività dei servizi Istruzione, Politiche Giovanili e Pari Opportunità.
  10. Relazione semestrale sull’attività svolta dalla Commissione Speciale per lo studio ed il monitoraggio della gestione del Servizio Ospedaliero locale e per il presidio delle prospettive gestionali del Distretto Sanitario di Casalpusterlengo.
  11. Approvazione Verbali Consiglio Comunale sedute del 16/04/2015 e 14/07/2015.

Qualora nella seduta del 29/09/2015 non si esaurisse la trattazione degli argomenti previsti, il Consiglio Comunale verrà nuovamente convocato per Giovedì 1 Ottobre 2015 alle 19:30.

Il M5S Casalpusterlengo sarà presente con il suo portavoce Consigliere Angelo Caccialanza. Come sempre invitiamo i Cittadini a partecipare; nei prossimi giorni troverete comunque un resoconto qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook.

Scarica l’avviso: Consiglio Comunale 29/09/2015 e 01/10/2015 [file .pdf – 314 kb]

RESOCONTO

1. Approvazione integrazioni e modifiche al Regolamento dell’Asilo Nido Comunale.
In Commissione avevamo chiesto che nella parte riguardante gli orari messi a disposizione dei genitori fosse contemplata una maggiore flessibilità, convinti del fatto che il Nido non sia solamente un servizio per i bambini (che li aiuti nella crescita e li abitui alla convivenza con la società che li circonda) ma anche  per i genitori, che per motivi personali e/o di lavoro hanno necessità di orari differenti da quelli precedentemente proposti; fermo restando che le richieste di orari particolari dovranno comunque essere valutate in base alle reali difficoltà e necessità delle famiglie, senza impedire il normale percorso delle educatrici nelle strutture. Le risposte della Giunta però sono state poco chiare.
Ci siamo astenuti.

2. Esercizio del diritto di prelazione per la Sede Farmaceutica n. 5 di nuova istituzione.
Riteniamo importante la possibilità di creazione di una nuova Farmacia in zona Ducatona, dovuta all’aumento della popolazione e ad una modifica normativa che riduce il numero minimo di abitanti per farmacia.
Abbiamo votato a favore.

3. Riconoscimento spesa per lavori di somma urgenza presso la palazzina d’abitazione comunale a Zorlesco (art. 191, c. 3, del D.LGS. 267/2000 e ss.mm.ii.).
Il 28 Aprile scorso l’Ufficio Tecnico ha reputato necessario intervenire d’urgenza per mettere in sicurezza le coperture di un edificio di proprietà comunale in Via Vistarini a Zorlesco, danneggiate e rese pericolanti dal forte temporale della sera precedente. Essendo un caso di somma urgenza è stata subito interpellata una ditta locale, che ha formulato un preventivo di 20.500 euro + IVA, del quale la Giunta ha preso atto in data 15 Maggio con apposita Delibera. Il 18 Maggio, in seguito ad un secondo e più approfondito sopralluogo, si è appurato che i lavori da fare erano però più onerosi ed è stato presentato dalla ditta un secondo preventivo di 35.000 euro. A parte l’evidente avventatezza nel modo di procedere, che ha portato ad accettare senza riserve l’aumento consistente del preventivo rispetto a quanto inizialmente stimato, abbiamo verificato sul posto che i lavori considerati non corrispondevano con quanto realmente necessario; inoltre non ci tornavano alcuni costi delle opere preventivate.
Abbiamo votato contro.

4. Verifica annuale dell’attuazione delle Linee Programmatiche 2014/2019.
Ogni anno la Giunta deve portare in Consiglio le Linee Programmatiche che si è data ad inizio mandato, al fine di verificarne lo stato di avanzamento; al seguente collegamento potete trovare il documento preparato quest’anno.
Le principali critiche che muoviamo sono le seguenti:
Si parla di far sì che Casale torni ad essere baricentro commerciale e culturale della Bassa, proponendo una nuova sinergia fra esercenti privati e politica di iniziativa pubblica: ci chiediamo però cosa sia stato fatto in tal senso, alla luce di iniziative che vanno contro gli esercenti come il nuovo polo commerciale previsto fuori città o l’installazione di una macchina distributrice di alimenti all’interno della casetta dell’acqua di Via Buozzi.
– Si parla chiaramente di recupero delle aree dismesse ma ci chiediamo con quale faccia allora l’Amministrazione casalina di centro-sinistra si sia accodata agli altri Comuni d’ambito nel dare il proprio benestare al progetto della nuova maxi-logistica prevista tra Ospedaletto Lodigiano e Livraga, che comporterà il consumo di 200mila mq di suolo agricolo.
– Si parla di assegnare i lavori pubblici ad imprese del territorio, senza ricorrere in modo massiccio al principio del massimo ribasso che induce spesso costi aggiuntivi successivi e applicando il principio della rotazione degli incarichi: ma il caso lampante descritto nel punto precedente  (palazzina d’abitazione comunale a Zorlesco) va proprio in senso opposto.
– Si parla di potenziare la rete ciclopedonale e di migliorare la cicloviabilità della città, ma finora ci si è limitati ad annunci di piste ciclabili esterne (ottenute magari come compensazione per nuovi scempi al nostro territorio come nel caso della maxi-logistica) e a interventi che vanno contro la sbandierata cicloviabilità cittadina, come nel recente caso di Via Cavallotti, dove la nuova segnaletica trascura totalmente le biciclette.
– Si parla di migliorare il decoro urbano e di riqualificare il verde urbano, ma finora il grosso del lavoro è stato effettuato da un gruppo di Cittadini volontari.
– Si parla di migliorare il rapporto di Cittadini e Imprese con l’Amministrazione, ma finora il livello di trasparenza e di chiarezza dei siti istituzionali è rimasto scarso, per non parlare delle uscite estemporanee fatte con leggerezza su Facebook da qualche membro della Giunta.
I suddetti punti rilevano alcune delle tante contraddizioni di questa Giunta: a
ttualmente sono poche (per non dire nulle) le cose fatte e perlopiù vanno in porto progetti dell’Amministrazione precedente. Bisogna tenere conto che questo è un documento programmatico e pertanto potrà servire realmente solo fra tre o quattro anni. Per ora è come se la Giunta si limitasse a dire: “Guardate che cosa butteremo in piedi negli anni a venire”. E fra quattro anni chi si ricorderà di quanto scritto? Sicuramente stavolta ci saremo noi del M5S.
Abbiamo votato contro.

5. Fusione per incorporazione della società “Patrimoniale Idrica Lodigiana S.r.l. – P.I.L. S.r.l.” nella “Società Acqua Lodigiana S.r.l. – S.A.L. S.r.l.”
Si è votato sulla fusione per incorporazione della società “Patrimoniale Idrica Lodigiana (PIL) S.r.l.” nella “Società Acqua Lodigiana (SAL) S.r.l.”. Per capire come si è arrivati all’ultimo atto di questo ennesimo gioco di scatole cinesi, facciamo un passo indietro nel tempo e raccontiamo brevemente la storia dell’acqua nel lodigiano.
Nel 1934 Casalpusterlengo aderì al CAP (Consorzio Acqua Potabile), nato nel 1928 e operante nella Provincia di Milano. Partito come Azienda Speciale, CAP si trasformò dapprima in S.p.A., poi in Gruppo (formato da CAP Holding, CAP Gestione e CAP Impianti) e infine in Amiacque; tutto questo a seguito delle nuove normative che obbligavano alla separazione tra proprietà dei beni e svolgimento del servizio.
In seguito a scissioni, cessioni e fusioni, nel 2006 nel lodigiano nacque SAL (Società Acqua Lodigiana) S.r.l., chiamata a occuparsi del Servizio Idrico Integrato, ovvero la gestione del servizio (acquedotto, fognatura e depurazione); SAL ereditò le attività di CAP Gestione, Basso Lambro Impianti, ASM Codogno e Astem.
Per questo processo di separazione del ramo lodigiano dal proprio patrimonio, CAP Holding ridusse il capitale sociale di 34.200.720 euro, trasferendolo insieme alle quote dei soci alla costituenda PIL (Patrimoniale Idrica Lodigiana) S.r.l.. Al momento della costituzione di PIL (28 Febbraio 2014) la scissione trovava giustificazione nell’aggregazione in unica provincia, quella di Lodi, di unico gestore; l’esigenza era quindi quella di separare la gestione dalla Provincia di Milano.
Si disse: “Quando PIL diverrà operativa, inizieranno le operazioni di fusione per incorporazione in SAL”. Dopo un anno e mezzo di vita evidentemente PIL è diventata operativa, quindi in Consiglio Comunale si è votato per la sua fusione per incorporazione in SAL.
Come detto, CAP Holding ridusse il capitale sociale di 34.200.720 euro (di cui 1.800.000 euro di riserve), mentre PIL si costituì con un capitale sociale di 8.500.000 euro mandando a riserve 25.700.720 euro; sarebbe interessante sapere dove andranno a finire ora questi soldi all’interno di SAL.
Logicamente questa continua moltiplicazione di società crea Consigli di Amministrazione prontamente occupati, revisori, collegi sindacali, advisor, periti per stime, legali per i contratti, società per le due diligence.
Il MoVimento 5 Stelle è fortemente contrario a questi giochetti politico-economici che fanno gli interessi di pochi soliti noti a discapito dei cittadini, in particolare su un bene comune come l’acqua.
Abbiamo votato contro.

6. Individuazione Organismi Collegiali Indispensabili.
Le novità hanno riguardato l’istituzione del comitato CasalEventi e della Commissione Speciale sull’Ospedale e l’abrogazione definitiva della Commissione Edilizia.
Abbiamo votato a favore.

7. Modifica dell’art. 9 della Convenzione tra il Comune di Casalpusterlengo ed i Comuni di Santo Stefano Lodigiano, Maleo, Castiglione D’Adda, Ospedaletto Lodigiano, Guardamiglio e Marudo, per l’erogazione di Servizi Sociali ed Educativo-Scolastici, tramite l’Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo, adottata con Atto C.C. n. 53 del 18/12/2013.
Si è proposto un cambiamento degli accordi presi con i Comuni e con l’Azienda Speciale dei Servizi, con un leggero aumento delle quote in base agli abitanti dei vari Comuni, retroattivo dal 1 Gennaio 2015; questo, secondo la Giunta, porterà in futuro ad un miglioramento dei servizi e ad un risparmio. Abbiamo espresso una certa perplessità su alcuni aspetti. Innanzitutto diversi Comuni interpellati in merito hanno già dichiarato che non sono intenzionati a pagare nessuna differenza rispetto alla Convenzione in essere, con il rischio quindi che l’aumento generale rispetto agli accordi iniziali possa ripercuotersi interamente sui Comuni che decidono di accettare il cambiamento. In secondo luogo ci sembra strano e scorretto rivedere una Convenzione in essere cercando di modificarla prima della sua naturale scadenza; peraltro applicando un aumento retroattivo, senza valutare che le cifre si potranno rivedere nel momento in cui si andrà a ritrattare tale accordo, valutando in quel caso altre realtà che potrebbero essere più competitive.
Abbiamo votato contro.

8. Comunicazione del Sindaco in merito alla nomina di un componente del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Speciale di Servizi di Casalpusterlengo.
Il Sindaco Concordati ha comunicato la nomina di un nuovo componente del CdA della ASSC: a seguito delle dimissioni di Eleonora Cosimo è stato nominato Consigliere Filippo Monteverdi.
Non c’è stata votazione.

9. Comunicazione dell’Assessore Scotti in merito alla attività dei servizi Istruzione, Politiche Giovanili e Pari Opportunità.
L’Assessore Scotti ha illustrato le iniziative intraprese finora nei servizi di sua competenza: ecco la sua relazione con le relative osservazioni dei Consiglieri. Da segnalare che il Piano di Diritto allo Studio verrà esaminato nelle Commissioni Bilancio e Scuola appena si verrà in possesso dei dati che le Scuole stanno elaborando. Relativamente al neonato servizio “Pedibus”, l’Assessore ha dichiarato che vi partecipano circa 50 alunni e che questo servizio non andrà a influire sul tradizionale Scuolabus.
Non c’è stata votazione.

10. Relazione semestrale sull’attività svolta dalla Commissione Speciale per lo studio ed il monitoraggio della gestione del Servizio Ospedaliero locale e per il presidio delle prospettive gestionali del Distretto Sanitario di Casalpusterlengo.
Potete leggere la Relazione del nostro portavoce Angelo Caccialanza, Presidente della Commissione Speciale sull’Ospedale, al seguente collegamento. Rivolgiamo un ringraziamento speciale al nostro portavoce e al nostro tecnico in Commissione Marta Cobianco per il costante impegno profuso, che continuerà nei mesi a venire.
Non c’è stata votazione.

11. Approvazione Verbali Consiglio Comunale sedute del 16/04/2015 e 14/07/2015.
Sono stati approvati i verbali delle sedute di Consiglio Comunale del 16/04/2015 e del 14/07/2015.
Abbiamo votato a favore.

Scarica il verbale: Consiglio Comunale 29/09/2015 e 01/10/2015 [file .pdf – xxx kb]